Danni morali in caso di violazione della proprietà industriale

Marcas

Il nostro sistema giuridico riconosce il diritto al risarcimento dei danni morali in cui i diritti di proprietà intellettuale sono violati.

Così l'articolo 66.2 un) della legge sui brevetti, Articolo 43.2 un) del marchio Act e l'articolo 55.2 c) della legge sulla tutela giuridica del disegno industriale raccoglierlo “nel caso di danni morali, proseguire il loro compenso, ancora nessuna prova dell'esistenza del danno economico”.

Ora, interpretiamo questa affermazione nel senso seguente:

1.- Ci deve essere un danno economico, in modo che possa valutare l'esistenza di danni morali.

2.- Il danno morale deve essere provata.

Infatti, Articolo 13.1 un) La direttiva 2004/48 / CE non ha richiesto agli Stati membri di danni morali erano risarcibile anche la regolamentazione di alcuni paesi alcuni paesi non contemplano.

Secondo la legge spagnola, raccolto la diritto al risarcimento dei danni morali per le violazioni di proprietà intellettuale sia come industriale. tale diritto, Essa si basa sulla clausola generale dell'articolo 1902 Codice civile.

L'esistenza di daños morales ambienti di proprietà intellettuale e diritto d'autore offrono pochi dubbi.

Tuttavia, nell'ambito della proprietà industriale, richieste di risarcimento danni morali possono essere più difficili da giustificare e in molti casi non sono stimate. Da un lato il test è difficile e, dall'altro, si adatta a persone giuridiche è complicato. In caso di stima daños morales persone giuridiche per le violazioni della proprietà industriale, il loro compenso è spesso usato come un "catch-all" per compensare la difficoltà di test e nell'interesse della giustizia che il materiale può essere legalmente discutibile.

Il daño moral Esso ha la funzione di “risarcire le vittime di una situazione di disagio, irrequietezza o ansia causata dalla violazione di uno dei suoi diritti di esclusiva '. È un un danno di carattere personale, che interessano il titolare dei diritti.

Questi elementi sono soggetti a una prova da parte del partito che sostiene (articolo 217 LEC) e non possono essere utilizzati su “punitivo” dai tribunali. Questo è il criterio della direttiva 2004/48 / CE al considerando 26 in fine, respinge tale impiego.

E nel diritto spagnolo, scopo punitivo ha la sua fonte in materia penale.

I danni morali non devono essere confuse con danni alla reputazione Progettazione di cui all'articolo 55 il LPdi: Mentre danno al prestigio sono materiali, azzardo morale si riferisce a una persona. La sentenza della Audiencia Provincial de Alicante (Community Court Trademark) di 19 Luglio 2013, chiara differenza tra i due:

"Adesso, danno striscio, non è lo stesso di danni morali. Primo, che è stato richiesto, trova sostegno nell'arte. 43.1 LM , quando dice che il proprietario della registrazione può anche chiedere un risarcimento per i danni causati al prestigio del marchio da parte del contraffattore, in particolare attraverso prodotti difettosi del marchio in maniera illegale o inadeguata presentazione del mercato. Il danno morale, tuttavia, Si prevede al secondo comma di tale disposizione, dal fatto che detto che “nel caso di danno morale deve loro compenso, ancora dimostrato l'esistenza di un danno economico”.

Per quanto riguarda la prova del danno morale, includere la sentenza della Corte n Commerciale 2 Alicante, di 14 Gennaio 2015 indicando:

"Per quanto riguarda i danni morali, Essa non ha dimostrato che gli imputati profumi sono di qualità inferiore o difettoso sono presentati, come il peggiore di tutte le presentazioni, in un supermercato, e poiché non vi è alcun rischio di confusione o di associazione attraverso l'uso dei segni, È sufficiente a generare una perdita per sé in conformità dell'articolo 43.1 LM . allo stesso modo nel procedimento non funzionare alcuna prova a parlare di quel pregiudizio morale ".

Insomma, Cade alla ricorrente l'onere di provare l'esistenza di un danno morale. In rivendicazioni di proprietà industriale, per le violazioni di marchi o design industriale, Può essere rischioso per sollevare una richiesta di risarcimento per danni morali, perché se non spetterebbero, che non condanna la convenuta alle spese, con la corrispondente pregiudizio agli interessi del nostro cliente.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter




Abbonami

* Questo campo è obbligatorio