Informazioni Diritto Partner

derecho de informacion

 

Il diritto all'informazione è partner inerenti e essenziali per lo stato di un partecipante in una società.


La sua regolazione è contiene fondamentalmente la legge Corporations, Articoli 196 per le società in accomandita e 197 per le aziende.

Articolo 196 Diritto all'informazione in società a responsabilità limitata
1. I partner della società a responsabilità limitata possono chiedere per iscritto, prima della riunione dell'assemblea generale o verbalmente durante lo stesso, relazioni o chiarimenti che ritengono necessari per quanto riguarda i punti all'ordine del giorno.
2. Il consiglio è tenuto a fornire, in forma orale o scritta secondo la tempi e la natura delle informazioni richieste, tranne nei casi in cui, la sentenza del giudice stesso, pubblicità danneggia l'interesse pubblico.
3. Non vi sarà alcuna smentita di informazioni quando la richiesta è sostenuta da tanti soci che rappresentino, almeno, venticinque per cento del capitale sociale.
Articolo 197 Diritto all'informazione nella società
1. Fino al settimo giorno precedente la data fissata per la riunione, gli azionisti possono chiedere ai direttori qualsiasi informazione o chiarimento che ritengono necessari per quanto riguarda i punti all'ordine del giorno, o porre domande scritte che ritengono pertinenti.
I gestori saranno tenuti a fornire le informazioni per iscritto fino al giorno di tenere l'assemblea generale.
2. Durante lo svolgimento dell'assemblea generale, gli azionisti della società possono verbalmente richiedere qualsiasi informazione o chiarimento che ritengono appropriate per quanto riguarda gli argomenti all'ordine del giorno. Se l'azionista non ha potuto incontrare in quel momento, i gestori saranno tenuti a fornire le informazioni richieste per iscritto, entro sette giorni dopo il completamento del consiglio di amministrazione.
3. I gestori saranno tenuti a fornire le informazioni richieste in virtù dei due paragrafi precedenti, a meno che l'informazione non è necessaria per la tutela dei diritti del partner, o ci sono motivi oggettivi per ritenere che potrebbe essere utilizzato per scopi pubblicitari o danni extrasocial alla società o delle sue società affiliate.
4. Le informazioni richieste non può essere rifiutata quando la richiesta è sostenuta da tanti soci che rappresentino, almeno, venticinque per cento del capitale sociale. Gli statuti possono fissare una percentuale più bassa, ovunque si supera il cinque per cento del capitale sociale.
5. La violazione del diritto all'informazione di cui al paragrafo 2 solo diritto al socio di far rispettare l'obbligo di informazione e dei danni che possa aver causato, ma non sarà impegnativo a causa della generale.
6. In caso di uso abusivo o nocivo delle informazioni richieste, il partner sarà responsabile per i danni.

La lettura dello stesso, è chiaro che la delimitazione della informazioni si può dare, è tutt'altro che chiaro il suo rifiuto di consentire accomandita se si considera che potrebbe nuocere all'interesse pubblico ("Tranne nei casi in cui, la sentenza del giudice stesso, pubblicità che danno l'interesse sociale ").

Per la sua parte, Articolo 197 LSC per le aziende, inoltre include possibilità di rifiutare informazioni se ritenuto inutile per la tutela dei diritti del partner o vi è ragione di credere che possa fare un cattivo uso di tali informazioni o può danneggiare la società stessa o le sue società collegate.

D'altronde, Articolo 272 LSC raccoglie diritto degli azionisti di ottenere i documenti che devono essere presentati all'Assemblea di approvazione del bilancio e la relazione sulla gestione e la relazione del revisore, in società. Nel limitato, E 'necessario avere almeno il cinque per cento del capitale di esaminare alla società registrata, da sola o insieme con commercialista, i documenti che sostengono e la storia dei conti annuali.

Ultimo, Articolo 287 LSC, prevede che se convocare una riunione di modifica dello statuto, se si tratta di una società in accomandita, tutti i membri hanno il diritto di esaminare presso la sede sociale il testo completo della proposta di modifica e se si tratta di una società per azioni, Una relazione su tale emendamento la cui consegna libera può essere richiesta.

Ora, si pone la questione di determinare il effetti di violazione di tali obblighi di informazione.

In società, come indicato all'articolo 197.5 LSC, la mancanza di informazioni sulle richieste fatte nel corso della riunione, Non è motivo di contestarlo, essa consente agli azionisti per far rispettare l'obbligo di informazione e di richiesta, se il risarcimento dei danni. Pertanto, potrebbe essere unica causa per contestare la violazione consiglio dei diritti di informazione prodotte prima della conclusione dell'assemblea generale.
Non è considerato un motivo sufficiente per contestare le informazioni inesatte o insufficienti a meno che ciò sarebbe stato necessario per esercitare correttamente il diritto di voto (arte. 204.3.b) LSC.

Infatti, per evitare ritardi che potrebbero pregiudicare il funzionamento delle imprese, Articolo 204 in fine si prevede che la natura essenziale e decisivo delle ragioni in caso di controversia è risolta come una questione incidentale davanti alla Commissione.

In considerazione della difficoltà di determinare se esso abbia violato Informazioni legge Partner, sarà necessario analizzare ogni singolo caso e revisione risoluzioni DGRN e soprattutto i giudizi di Suprema Corte. E di recente, ha risolto uno di questi casi Giudizio 15 Luglio 2015 que pasamos a comentar.

D. Aquilino con i suoi figli ha avuto la 48.79% Funeraria Gijonesa società S.A. (Fugisa). Il 15 Dicembre 2009 E 'richiesto il Consiglio di Fugisa entro 30 giorni una riunione straordinaria del generale, che deve essere affrontato con un certo numero di punti.

Il Consiglio di Amministrazione, in sessione 28 Dicembre 2009 Ha accettato di convocare un'Assemblea generale straordinaria per il giorno 5 Marzo 2010 con l'ordine del giorno che ha raccolto circa i punti richiesti da D. Aquilino.

D. Aquilino e dei suoi figli ha portato La domanda per il processo ordinario contro Fugisa, chiedendo l'annullamento del Consiglio di Amministrazione 5 Marzo 2010 dal Consiglio, non hanno chiamato in 30 giorni, elaborando i punti all'ordine del giorno proposti dai giocatori sono cambiati, dal dibattito e la votazione su alcuni punti all'ordine del giorno e il riepilogo rifiutando per aver violato il suo diritto all'informazione.

La società convenuta contesta dicendo che non è stato possibile effettuare la chiamata prima 30 giorni a partire dalla necessità di pubblicare l'annuncio in BORME, i punti all'ordine del giorno fanno riflettere la richiesta del richiedente, anche se non letteralmente fare, i punti che non sono stati trattati erano al di fuori della giurisdizione del consiglio di amministrazione e, infine,, non vi era alcuna violazione del diritto all'informazione.

Il numero Tribunale di commercio 1 Oviedo parzialmente accolto la domanda affermando che tutti i punti dovrebbero essere esaminate, discussione e la votazione del Consiglio. Tuttavia, Essa conclude che ci dovrebbe annullare la scheda.
Fugisa ha proposto ricorso dinanzi al Oviedo provinciale Corte ha accolto il ricorso, invertendo il giudizio di primo grado. Per Hearing, il diritto all'informazione ma è strumenti essenziali e complementari per consentire i diritti di voto degli azionisti, ma non può essere impostato su un numero illimitato di termini.

Così D. Aquilino ei suoi figli, risorse e affrontare il processo in appello alla violazione Corte Suprema.

Centrándonos en el recurso de casación, la violazione presunta mancata applicazione dell'articolo 50 a LSA (arte attuale. 97 LSC). L'Alta Corte respinge il motivo che l'articolo 97 da riferisce alla discriminazione tra gli azionisti, che non è il caso. Inoltre, alla violazione della giurisprudenza sul diritto di collaborare informazioni.

Per il Consiglio, il diritto all'informazione E ha subito profondi cambiamenti nella legge 31/2014.
In questo caso, una minoranza qualificata di 48'79% avendo D. Aquilino ei suoi figli, Non potevano essere negate le informazioni richieste con il pretesto che il Consiglio ha ritenuto che non fosse di sua competenza. E 'stata una controllata 100% di Fugisa, quindi non c'erano motivi oggettivi per ritenere che le informazioni richieste potrebbero essere utilizzati per finalità contrarie agli interessi extra-sociale o sociale.

La società convenuta non ha fatto valere alcun motivo oggettivo per negare informazioni. Egli cita la STS 13 Giugno 2012 per indicare che:

“[…] al fine di limitare i diritti della minoranza qualificata di proporre l'adozione di risoluzioni, veto coloro che hanno cercato informazioni sulle questioni sociali che non sono legati a questioni iscritte all'ordine del giorno fatta da amministratori, ridosso del consiglio è un organo decisionale su questioni di sua competenza, inammissibile sarebbe potare la autonomo diritto di informazioni membro -di solito hanno scopo più fondamentale in relazione alla formazione della decisione di VOTO-, e consente ai gestori nuvolosità su questioni che non decidono di presentare al consiglio, finisce in contrasto con l'obbligo di trasparenza che gestisce proprietà altrui” .

Pertanto, La ragione per cui si stima risorsa.
Tuttavia, non si ritiene necessario nella convocazione una trascrizione integrale della richiesta viene fatta. A questo proposito, il giudizio di primo grado che la scheda non ha cancellato ma la società ha l'obbligo di convocare una nuova riunione in cui questioni debbano essere affrontate era stata esclusa è confermato dal considerando che non erano competenti.

In definitiva, stimato in parte il ricorso e la sentenza di primo grado in considerazione la violazione è confermata informazioni partner giusto.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter




Abbonami

* Questo campo è obbligatorio