abitazioni Risoluzione acquisto da parte di non accettazione della maternità surrogata

compraventa de vivienda

Ha il promotore mantenere le somme anticipate quando la banca non accetta la surrogazione di acquirenti?

Il resolución de contratos de compraventa de vivienda ha sido uno de los temas que han generado una mayor litigiosidad en los últimos años, l'effetto della crisi immobiliare.

La consecuencia del rechazo del banco a la subrogación en el préstamo es que los compradores no pueden cumplir con la entrega del precio a la hora de elevar a escritura pública y la promotora resuelve el contrato. ¿Qué ocurre con las cantidades anticipadas?

La questione chiave è il testo del contratto tra il promotore e gli acquirenti.

Il Tribunal Supremo ha resuelto uno de estos casos en su Sentencia de 4 Maggio 2016.

Los clientes solicitaron la risoluzione del contratto di vendita de vivienda suscrito con la promotora “Patrimonial CYP” en diciembre de 2008, con devolución de la cantidad entregada a cuenta del precio, pari a 30.580 euro, sulla base dei seguenti motivi:

un) Incumplimiento de la cláusula que garantizaba que la entidad crediticia autorizaría la subrogación del comprador en el préstamo hipotecario concertado por la promotora.

b) Incumplimiento de la demandada por vender la vivienda a un tercero de forma indebida.

c) Fallimento del promotore dell'obbligo di applicare, emitir y entregar la póliza de afianzamiento en garantía de las cantidades anticipadas.

d) Nulidad de la cláusula octava del contrato por mancanza di reciprocità, imponendo obblighi sproporzionati agli acquirenti in caso di default.

Il promotore nel frattempo, alegó que el contrato había quedado resuelto por incumplimiento de los compradores, Non concedendo richiedenti l'atto (con pago del resto del precio) quando sono stati tenuti Perciò.

I clienti non hanno potuto legalizzare l'acquisto, rifiutando la banca a cui il promotore prestito subrogasen.

Il Juzgado de Primera Instancia de Sevilla nº 4 Ha dato il giudizio su 23 Ottobre 2012 estimando parcialmente la demanda y ordenando la devolución de 21.406 euro, lo sviluppatore mantenendo la 30% del anticipo recibido. Consideró que había una resolución justificada y que la cláusula octava no era nula, pero debía ser moderada.

Ambas partes recurrieron y la Audiencia Provincial de Sevilla resolvió en sentencia de 9 Ottobre 2013, che non vi era alcun ritorno al richiedente qualsiasi importo, ni moderar la cláusula penal que no era nula sino perfectamente válida.

Quindi le cose, los compradores recurrieron en appello alla Corte Suprema.

La casa era stata venduta a un terzo, e questo punto non è stato discusso dalle parti. Il 10 Dicembre 2009, la promotora solicitó la resolución del contrato. Pertanto, entrambe le parti concordano sulla risoluzione del contratto (SSTS 25 Ottobre 1999 e 26 Maggio 2009).

Il contratto ha dichiarato che "Il venditore afferma che il creditore ha autorizzato acquirente surrogazione". Pertanto, Esso non può essere attribuito al funzionamento acquirenti frustrazione, ma è responsabilità del promotore.

Di conseguenza, le stime delle risorse, dichiara la risoluzione del contratto di vendita e viene condannato allo sviluppatore di rimborsare tutti i pagamenti anticipati per l'acquisto di abitazioni con i loro interessi legali.

 

Consultare il caso ora

 

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter




Abbonami

* Questo campo è obbligatorio