responsabilità medica e valutazione dei danni

responsabilidad medica

 

Per la Corte Suprema, Ci sono tre criteri che compongono la valutazione del danno quando si dichiara l'esistenza di responsabilità medica.

Dichos criterios se recogen en su Sentencia de 8 Aprile 2016, che risolve un caso circa un'operazione che peggiora le condizioni del paziente.

In estate 1990, Don Erasmo ha subito un duro colpo alla testa a saltare in mare in una baia a Minorca, que le causó una grave lesión en la columna vertebral.

Alcuni giorni dopo, il medico ha detto intervenirle intervento chirurgico e dopo l'intervento chirurgico, el diagnóstico definitivo fue de tetraplegia completa, que le obligaría permanentemente a ir en una silla de ruedas.

Per rallentare e ridurre ulteriormente la degenerazione, opzionale proposto una nuova operazione chirurgica per il posizionamento di una "scatola Hartschill", che non gli avrebbe impedito di sopra 8 giorni senza riabilitazione.

Il medico non ha informato il paziente della gravità di questa operazione, o rischi, o alternative possibili.

Dopo l'intervento, il paziente è peggiorata e il movimento ha perso tra le sue braccia.

Don Erasmo fatto la domanda di responsabilità contrattuale contro dottore, el Hospital General de Catalunya y la Compañía de Seguros Wintertur. quantità è affermato 393.142 euro, oltre agli interessi articolo 20 Diritto dei contratti di assicurazione. Ha basato la sua azione sulla danno subito a causa di un intervento chirurgico, senza prima ricevere informazioni circa i rischi e le possibili conseguenze di tale.

Il Tribunale di primo grado il numero 4 Barcellona ha dato giudizio sulla 3 Settembre 2012 domanda parzialmente stima responsabilità medica e condannando il Dottore e Wintertur (Axa oggi) il pagamento di 60.101 di euro oltre interessi.

Don Erasmo ha portato ricorso e la Corte provinciale di Barcellona (19 ° sezione) ha respinto, nella causa 29 Maggio 2014. Se confirma la sentencia de la primera instancia sotto le seguenti ragioni:

  • gli obblighi di comunicazione non sono state soddisfatte articolo 10.5 della legge generale di salute.
  • paziente rischio non è stato informato che è stata presentata.
  • La responsabilità del medico non è tecnico per la pratica di atto medico chirurgico, sino causada por la falta de información sobre los riesgos de la intervención.

Así que el paciente, è andato a Suprema Corte, interponendo appello.

Per l'Alta Corte, "Compensazione postulata non può essere estesa a tutto danno subito", vale a dire, la indemnización debe acomodarse a la agravación del estado del paciente como consecuencia de la intervención pero no a la totalidad del daño padecido por quien ya se encontraba en una silla de ruedas.

Si deve distinguere tra i casi in cui ben informati,, la decisione del paziente non sarebbe cambiato e quindi non ci sarebbe luogo a risarcimento (STS 29 Giugno 2007), l'altra in cui, con informazioni sufficienti, il paziente avrebbe rifiutato di intervento. In questi ultimi casi, arriva un risarcimento completo del danno materializzata (STS 21 Ottobre 2005).

La valutazione dei danni deve essere presa tenendo in:

1.- Il danno totale causato: Va notato la mancanza di informazioni e la probabilità che se il paziente aveva conosciuto le possibili conseguenze, non sottoposti al trattamento aveva.

2.- Il danno morale: In questa sezione, debe tenerse en cuenta el perjuicio patrimonial sufrido por la lesión del derecho de autodeterminación, all'integrità e alla dignità fisica e mentale.

3.- opportunità o aspettative perso: Para valorar este apartado se deben ponderar las circunstancias que se estimen relevantes desde el punto de vista de la responsabilidad médica como son la gravedad de la intervención, la existencia de otras alternativas o las posibilidades de fracaso de la intervención.

La Sala considera que estos criterios fueron valorados adecuadamente por la sentencia de la primera instancia. Per amore, I danni compensativi per il Tribunale di primo grado e non è possibile andare a fatti diversi dichiarati provati dalla Corte provinciale.

In definitiva, la Corte Suprema conferma la responsabilità medica opzionale, y confirma la condena a indemnizar al paciente en 60.101 euro.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter




Abbonami

* Questo campo è obbligatorio