Avere una serie di prodotti finanziari complessi non implica la conoscenza

tribunal supremo

 

Per la Corte Suprema, il fatto di aver contratto una varietà di prodotti finanziari complessi non implica che i rischi erano noti.

La Corte Suprema continua aclarándonos la i criteri per essere considerati in relazione all'attuazione della direttiva MiFID e il posizionamento di prodotti complessi.

Spesso, il fatto che un cliente aveva posto a è diversità di prodotti complessi (depositi strutturati, obbligazioni subordinate, azioni privilegiate ...) notevolmente ha ostacolato il successo di una denuncia ai tribunali.

La Corte Suprema, nella sua Giudizio 25 Febbraio 2016, arriviamo a dire che anche se ha posto una serie di prodotti finanziari complessi, se l'obbligo di fornire le informazioni necessarie fallito, l'errore si verifica sul consenso la cui conseguenza è l'annullamento dei contratti.

Per, D. Torcuato e DNA. Petra, Erano stati consigliato da Catalunya Banc per l'acquisizione di un "leader di deposito", "Deposito accumula 2", "Deposito euribor 2E tripla", "Tank top brand", "1 Emissione debito subordinato Caixa Catalunya", "Caixa Catalunya 6 ° Edizione subordinato debito", "Caixa Catalunya 8 emettere debito subordinato" e azioni privilegiate di Caixa Catalunya: In totale più di 122.000 euro.

Le perdite erano ingombranti e citato in giudizio la banca.

Il Tribunale di primo grado n ° 1 di Saragozza considerato il reclamo in piena.

La banca ha presentato ricorso e Corte ha accolto il ricorso della banca.

Così i clienti presentati ricorso straordinario sulle violazioni procedurali e appello alla Corte Suprema.

Per il Consiglio:

1.- Entrambe le obbligazioni strutturate e subordinate e azioni privilegiate sono depositi prodotti finanziari complessi soggetti alla LMV.

2.- L'errore invalidare il contratto deve essere essenziale e scusabile.

3.- Il La mancata dagli obblighi di comunicazione dell'impresa di investimento Essa conduce alla presumere la mancanza di conoscenza del prodotto e dei suoi rischi da parte del cliente.

4.- Le informazioni fornite da "Caixa Catalunya" Non era abbastanza e non era conforme ai parametri richiesti dalla normativa vigente al momento dell'assunzione. Anche le informazioni di ordini di acquisto era adeguata e non informati sui rischi.

5.- C'era consigli era il dipendente di "Caixa Catalunya", che ha offerto i prodotti ai clienti. E un contratto scritto non è necessario per lì per consigli.

6.- Il termine per la scadenza conteggio non inizia fino a quando il cliente potrebbe essere venuto a conoscenza dell'esistenza del loro errore: La giornata di apertura sarà la sospensione della liquidazione dei benefici o di maturazione degli interessi o altro evento simile, in generale, che consente una reale comprensione del prodotto (SSTS 16.9.2015, 12.01.2015).

7.- Tener un patrimonio considerable o hanno fatto alcuni investimenti non li rende esperti clienti:

"prodotti simili che i clienti avevano precedentemente firmato, Esso non implica che hanno esperienza di investimento in prodotti finanziari complessi, se in loro assunzione non è stato fornito i dati necessari legalmente ".

L'assunzione di diversi prodotti di investimento con la consulenza di Caixa Catalunya:

"Posso solo indicare la ripetizione della istituzione finanziaria nella loro cattiva condotta, Non il carattere esperti dei clienti ".

8.-L'obbligo di comunicazione è attivo, non solo la disponibilità (SSTS 18 Aprile 2014 e 12 Gennaio 2015).

In definitiva, i clienti hanno contratto con la rappresentazione mentale sbagliato per violazione del l'impresa di investimento dei suoi obblighi di informazione. la sentenza del Tribunale di primo grado ha confermato.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter




Abbonami

* Questo campo è obbligatorio