Vicissitudini di accordi di distribuzione

contrato de distribución

 

Il vostro contratto di distribuzione aumento dei prezzi unilaterale da parte del produttore? compensazione dovrebbe per gli investimenti non ammortizzati? Posso richiedere per il produttore di intimidazione?

Una vez transcurrida la “luna de miel” de los primeros años entre fabricante y distribuidor, es muy frecuente que las disputas vinculadas a contratti di distribuzione finire in tribunale.

Una "manovra" che non sono normalmente previsto nella stesura dei contratti è la aumento unilaterale dei prezzi da parte del produttore, que puede dejar al distribuidor fuera de mercado.

Il Suprema Corte ha risolto uno di questi casi nella sua Giudizio 30 Maggio 2016, in cui la sua dottrina si manifesta su diversi punti chiave.

In 1996, noto produttore di rum Brugal, Ha firmato un contratto con Zamora Distribuciones de Bebidas S.L.. (di seguito Zadibe) per cui il primo designa quest'ultima come distributore esclusivo Spagna e Andorra per alcuni prodotti.

Entrambe le parti sono stati costretti esclusivamente in prodotti e territorio concordato.

Zadibe prezzi di acquisto e le condizioni indicate nel listino prezzi e Brugal dovrebbero mettere in guardia con un minimo di quattro mesi dalla loro entrata in vigore alcun cambiamento nel suo listino.

Il piano di marketing sarebbe stato concordato e pagato a 50% da Zadibe e Brugal.

Essi sono stati concordati come motivi di risoluzione del contratto violazione o insolvenza di una delle parti, ma nessun ritiro unilaterale o l'avviso devono essere effettuate con la quale prevedeva.

Gennaio 2002, Brugal, Zadibe y Diego Zamora S.A. (di seguito DZ) convenuto che Zadibe, con il pieno consenso di Brugal, cedía a DZ su todos los derechos y obligaciones de su accordo di distribuzione.

Nel mese di maggio 2006 Essa stabilisce una aumento dei prezzi che modifica la scatola Ron Brugal Añejo passa 24 dólares a 40.80$ y el Ron Extraviejo pasa de 37$ un 58.60$.

Il marchio Brugal non era conosciuto in Spagna grazie al lavoro del suo distributore, arrivò ad avere un 20.4% la quota sul mercato spagnolo.

En febrero de 2008, DZ riceve burorax Brugal con cui è stato risolto il contratto di distribuzione.

DZ presentato una denuncia contro Brugal da violazione del contratto e distribuzione di abuso di diritto, alla ricerca di milioni di risarcimento consistente en:

  • 32.020.449€ per l'annullamento di difetti di condizioni economiche consenso imposto 2006.
  • 343.290.447€ por la ruptura del contrato de distribución.
  • 13.600.811€ per gli investimenti non ammortizzati.

Brugal si oppose e fece riconvenzionale contro € 8.594.411 nei confronti di mancato rispetto da parte DZ del suo obbligo di pagare i costi di pubblicità.

Il giudizio di primo grado ha respinto le richieste di risarcimento danni e di rivendicare solo stimato in € 13.600.811 ammortizzato degli investimenti. Anche lui ha respinto la domanda riconvenzionale.

Ambas partes recurrieron y la Audiencia Provincial fijó una indemnización por clientela de 28.606.296€. Revocó la indemnización por inversiones no amortizadas y desestimó la reconvención de Brugal.

Entrambi DZ come Brugal presente due risorse speciali per violazione procedurale e Cassazione.

Il Corte Suprema rigetta tutte le risorse e conferma la sentenza del Tribunale Provinciale di Madrid di 10 Settembre 2013, e mette in evidenza la seguente puntos clave del contrato de distribución.

1.- Sul bullismo nel commercio

DZ presunta violazione dell'art 1.267 Ç.ç. e la dottrina, considerando che c'è intimidazione quando una parte accetta una modifica del contratto che danneggia al fine di evitare gravi danni il cui verificarsi dipende, al contrario.

Per il Consiglio, ai sensi dell'articolo 1.267 C.C., hay Bullismo ispira quando una parte ha fondato una paura razionale e la sofferenza una brutta imminente e grave nella sua persona o proprietà. I requisiti sono:

  1. Concordando in uno stato di paura e razionale fondato.
  2. La paura deriva dalla minaccia di un cattivo qualificato.
  3. L'esistenza di un nesso di causalità tra la minaccia e il consenso.
  4. La minaccia deve essere colposo o doloso e ingiustizia.
  5. La minaccia deve essere causata da l'altra parte contraente o da un terzo.

In questo caso, Non tali condizioni siano soddisfatte: Se celebra el contrato entre dos empresarios sin que sea presumible una situación de desigualdad o de subordinación económica (Essa deve essere affermato e dimostrato). Anche siamo di fronte a condizioni generali di contratto.

"(.....) il contatto concedente il rivenditore che vuole rivedere le condizioni concordate e avvertono che, non raggiungono un accordo, può concedere la distribuzione a un terzo che ha accettato miglioramento delle condizioni economiche non possono essere considerati di intimidazione (....)".

2.- Sul risarcimento per i clienti

DZ rivendicazioni che dovrebbero essere compensati in base margine lordo, le spese di pubblicità e di marketing non scontati.

Per il Consiglio, Articolo 28.3 LCA impostato per limitare la quantità media annuale delle retribuzioni ricevuto negli ultimi cinque anni: Non indica la retribuzione lorda dovrebbe applicarsi, ma questo è il limite. E l'applicazione analogica delle norme del LCA del contratto di distribuzione non è assoluto o automatico, ma deve tener conto delle peculiarità della stessa. A questo proposito cita la STS 296/2007 di 21 March affermando che in questi casi, la compensazione deve essere calcolata sulla retribuzione netta, vale a dire, sobre el porcentaje de beneficio que le queda al distribuidor tras descontar gastos e impuestos. Pertanto, dato quanto è buono il test applicato dal Tribunale Provinciale.

3.- Sobre la indemnización de las inversiones no amortizables

DZ valere la violazione dell'art 29 LCA il recupero degli investimenti non è stata accettata non ammortizzato.

Per il Consiglio, dovrebbe compensare gli investimenti imposto dalla principale, riporto a nuovo, in futuro, lo sviluppo. No son indemnizables las inversiones no amortizables como puedan ser las inherentes a las ventas. Y según los hechos probados en la Audiencia Provincial, il contributo del distributore di spese di pubblicità e di marketing non sono state imposte dal produttore, ma era un patto liberamente accettato dalle parti.

In definitiva, tutte le risorse vengono rifiutate e se confirma la Sentencia de la Audiencia Provincial de Madrid que establece una indemnización por clientela de 28.606.296€ por la rescisión unilateral del contrato de distribución y rechaza el resto de peticiones.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter




Abbonami

* Questo campo è obbligatorio