Ali al pro pro alio nella vendita di una società in attività

Compraventa empresa

 

Indice,,es,Violazione degli obblighi legali e indennizzo dell'assicurazione a tutti i rischi,,es,Requisiti per l'assicuratore per evitare l'indennizzo,,es,Guida all'assicurazione del credito,,es,Risarcimento per l'assicurazione sulla vita legata a un mutuo ipotecario a Lleida,,es,Risarcimento salvo frode o colpa grave,,es,Burguera Abogados C / Poeta Querol 1-1,,ca,C / Albacete,,es,C / Velazquez,,fr

Chi è tenuto a negoziare con il proprietario quando viene venduta una società in attività? 

Consultare il caso ora

La contratto di vendita della società operativa, è la parte venditrice che deve negoziare con il locatore affinché la surrogazione nella sua posizione legale di locatario sia reale ed efficace. Altrimenti, il contratto viene violato in modo essenziale e molto serio.

Decisione della sezione 1 del tribunale provinciale di Avila 9 Marzo 2020, con No Risoluzione 146/2020, respingere il ricorso presentato da D. Belarmino, confermando pienamente la sentenza emessa in prima istanza dal Tribunale di primo grado n 1 di Arévalo. La Sezione ha ritenuto che per il si intende che il contratto di vendita di una società in esercizio sia stato adempiuto, era è necessario trasferire il possesso dei locali commerciali, vale a dire, la parte di vendita, attraverso questo tipo di contratto, era obbligato a negoziare con il locatore la surrogazione nella sua posizione legale di locatario, in modo che il contratto fosse reale ed efficace.

Antecedentes de hecho

D. Belarmino, come parte di vendita, y D. Calixto, in qualità di acquirente, ha firmato un accordo di vendita e acquisto su 23 Novembre 2017. Lo scopo di questo contratto di vendita era vendere un'attività di panetteria che includesse la trasmissione di attività economiche, della cessione di contratti di locazione, il trasferimento della proprietà del macchinario, un'auto e il portafoglio clienti. Il prezzo totale di acquisto è stato 43.000 €. Il giorno della firma, D. Callisto pagato 20.000 € a D. Belarmino.

Più tardi, D. Calixto ha intentato causa, esercitare l'azione di risoluzione del contratto e il rimborso del prezzo pagato, sotto i precetti 1.124 e 1.101 del CCivil per violazione essenziale da parte di D. Belarmino.

Primera Instancia

Il Tribunale di primo grado n 1 de Arévalo ha condannato il 15 Novembre 2019. Egli ha stimato la causa intentata da D. Calixto, e lui condannato a D. Belarmino restituirà il 20.000 € pagato il giorno della firma del contratto da parte di D. Calixto, nonché gli interessi legali appropriati.

La Corte ha ritenuto che sussistessero motivi per la risoluzione del contratto per violazione sostanziale del contratto di vendita di una società in esercizio.

Corte Provinciale

D. Interposto Belarmino appello.

La Sezione ha applicato la figura di "Qualcun altro" per risolvere l'appello. Considero, dopo aver sollevato la giurisprudenza e la dottrina della Corte suprema, quella, due erano le note per ritenere che fosse stato consegnato qualcosa di diverso da quello concordato, che ha portato alla violazione del contratto da parte di D.. Belarmino:

  • Disabilità dell'oggetto a cui era destinato il contratto.
  • Insoddisfazione dell'acquirente.

per la sezione, era prima di a grave violazione del contratto di D. Belarmino, per, nell'ambito del contratto di vendita della società in funzione, è stato incluso il trasferimento della posizione legale come locatario dei locali commerciali: Fu in tali locali che furono installate tutte le macchine necessarie per l'esercizio dell'attività economica.

In definitiva, se il possesso dei locali commerciali non è stato trasmesso, si è verificata l'incapacità totale dell'oggetto del contratto.

Con il contratto di vendita di una società in funzione, D. Belarmino era obbligato a negoziare con il locatore, surrogazione nella posizione legale di inquilino, in modo che questa surrogazione fosse reale ed efficace. Non negoziare questo, La violazione del contratto di vendita è stata essenziale e molto grave, quindi doveva essere risolto.

Conclusione

Il contratto di vendita di una società in corso comporta l'obbligo per la parte venditrice di fare tutto il necessario affinché la surrogazione nella sua posizione legale di locatario abbia luogo., alle stesse condizioni. Altrimenti, il contratto può essere risolto per violazione essenziale e molto grave, sotto gli articoli 1.124 e 1.101 CCivil.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio