Bankia condannato preferenza a Leganés

abogado preferentes

Secondo la difesa della banca, "E 'stato un prodotto sicuro, forte e ha generato un significativo ritorno ".

Il Tribunale di primo grado e Istruzione No. 5 Leganes ha condannato Bankia a ritorno 100.000 euro investiti in Preferito, oltre interessi legali dalla data del contratto con recupero reciproco delle prestazioni, e alle spese nella causa 21 Marzo 2013.

La ricorrente fonda la sua richiesta sulla mancanza di consenso validamente proposta non essendo stato debitamente informato dalla convenuta degli appalti.

La banca ha sostenuto mancanza di litisconsorzio passivo necessario (domanda respinta dal giudice all'udienza preliminare) e nega che aveva errore il cliente sia adeguatamente informato del prodotto. Secondo la banca "E 'stato un prodotto sicuro, forte e ha generato un significativo ritorno " (Mi astengo dal commentare questa dichiarazione bancaria prudente).

Magistrato-Il giudice esamina la natura dei azioni privilegiate e diritto applicabile, specificamente, l'Atto per il mercato Securities, che evidenzia i seguenti precetti:

  • Art. 78 bis impone alle istituzioni finanziarie per ottenere le informazioni necessarie per classificare i clienti s in professionale o al dettaglio.

  • Art. 79 bis impone l'obbligo di mantenere il cliente in un "imparziale, chiare e non fuorvianti ", e sono comprensibili in modo da consentire ai clienti di comprendere la natura ei rischi dell'investimento offerto. Inoltre, al punto 7 il test per stabilire se il prodotto è adatto per il cliente.

Il RD 217/2008 sviluppa regolamenti e tutela del consumatore nel suo articolo 60 stabilisce che le informazioni devono essere precise, imparziale e visibile, e comprensibile, e non nascondere o minimizzare ogni aspetto importante. Su art. 73 ha disciplinato test di convenienza.

Sentenza della Corte di Madrid sezione evidenzia 14 di 10 Febbraio 2013 che condivide gli obiettivi della regolamentazione finanziaria tra di loro:

un) Fornire informazioni di alta qualità per consentire una decisione informata ai clienti.

b) Che i consumatori hanno il tempo e l'opportunità di riflettere.

Per Giudice Giudice, ciò che conta è che il lavoro sia di consulenza personalizzata, tenendo conto delle circostanze personali ed economiche dei clienti, e citando SAP dice Barcellona 4 Dicembre 2009: "Si può solo essere responsabile nei confronti del cliente sfortunato risultato dell'investimento se il gestore ha giocato nella commissione di diligente dei loro compiti ..."

Egli cita anche il Sezione SAP di Valencia 9 di 30.10.2008 indicando: (...) "perché soltanto un consumatore ben informato può scegliere il prodotto che meglio si adatta alle loro esigenze e fare un vero e proprio reclutamento " (....) "L'informazione deve essere chiara, bisogno, abbastanza e sottolineando che ogni operazione comporta dei rischi, soprattutto in prodotti finanziari ad alto rischio, in modo che il cliente sa esattamente gli effetti dell'operazione che assume ".

Il client è considerato vendita al dettaglio e conservatore. Non è noto al cliente sul prodotto e dei suoi rischi siano adeguatamente informare.

Insomma, la nullità del contratto è dichiarato e ha ordinato la restituzione dei benefici reciproci, con gli interessi legali dalla data di sottoscrizione e ripartizione dei costi alla banca.

Consultare il caso cliccando qui.

Voto per i Blog Awards Burguera Avvocati per Blog 2013, clicca qui.

====

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio