Clausole limitative nell'assicurazione di responsabilità civile

contrato de seguro

Indice,,es,Violazione degli obblighi legali e indennizzo dell'assicurazione a tutti i rischi,,es,Requisiti per l'assicuratore per evitare l'indennizzo,,es,Guida all'assicurazione del credito,,es,Risarcimento per l'assicurazione sulla vita legata a un mutuo ipotecario a Lleida,,es,Risarcimento salvo frode o colpa grave,,es,Burguera Abogados C / Poeta Querol 1-1,,ca,C / Albacete,,es,C / Velazquez,,fr

 Sulle clausole limitative della copertura della difesa legale nell'assicurazione di responsabilità civile

  Consulta il tuo caso gratuitamente ora

Nell'assicurazione di responsabilità civile, La clausola che limita la difesa legale in caso di conflitto di interessi può essere limitativa dei diritti o considerata dannosa se l'oggetto dell'assicurazione è distorto. In questo tipo di situazioni, l'assicurato non sceglie un avvocato per sua libera volontà, ma a causa dell'esistenza di un conflitto di interessi con l'assicuratore stesso. Se il limite di copertura è insufficiente, in relazione al quantum della responsabilità civile coperta dall'assicurazione, se estávaciando de contenidoen la práctica a la póliza.

In questo post esaminiamo uno di questi casi, resuelto por la Sezione civile della Corte suprema con sentenza del 14 Luglio 2020, (Resolución 421/2020).    Ha accolto il ricorso,  obbligando a redigere il disegno di legge dell'avvocato sul quantum della responsabilità civile coperta dall'assicurazione, pari a 1.200.000 €, dover sottrarre il 15.193,5 € già pagati dalla compagnia assicurativa. Ha inoltre condannato MAPFRE al pagamento degli interessi legali di cui all'art. 20 LCS dal 1 Luglio 2016.

Antecedentes de hecho

La Società Cooperativa Virgen de la Oliva, in qualità di assicurato assicurato e della compagnia assicurativa MAPFRE, come assicuratore, ha firmato una polizza 20 Ottobre 2010, con effetti da 31 Ottobre dello stesso anno, di nome Seguro de responsabilidad civil profesional copertura (con una somma assicurata di 1,2 milioni di €) la responsabilità in cui possono incorrere gli amministratori di tale entità.

D. Pío era l'amministratore delegato della cooperativa dal 1978. Gli fu chiesto un risarcimento di 1.287.309,66 €. In una delle condizioni particolari della polizza, stabilito che "(...)  Quando qualsiasi conflitto tra assicurato e assicuratore (...) l'assicurato può affidare la propria difesa legale ad altri avvocati, a tua libera scelta, l'assicuratore è obbligato a pagare le tasse fino al limite di 30.000 € per assicurato fino all'importo massimo assicurato."

D. Pio ha deciso di nominare un avvocato di tua libera scelta, considerando che esisteva conflitto di interessi. Le parcelle dell'avvocato di D.. Il tweet ammontava a 121.874,48 €.

D. Pío ha intentato una causa contro MAPFRE, rivendicare l'importo degli onorari del tuo avvocato, poiché il limite fissato all'importo era a clausola limitativa dei tuoi diritti.

Primera Instancia

Il Tribunale di primo grado n. 1 di Ejea de los Caballeros ha emesso una sentenza datata 18 Aprile 2017, stimare parzialmente la domanda presentata da D. Pío. Considerava che la clausola delimitava il rischio, non solo,.

Ha ordinato a MAPFRE di pagare D. Pío, l'importo rimanente da completare 30.000 € per assistenza legale, vale a dire, la quantità di 14.806,50 €, più interesse per l'articolo 30 della LCS da 23 Settembre 2016.

Corte Provinciale

D. Pío ha presentato ricorso.

La 2a sezione del tribunale provinciale di Saragozza ha emesso una sentenza il giorno 3 Ottobre 2017, ha respinto il ricorso. Confermata la sentenza emessa in primo grado.

Suprema Corte

D. Pio si è interposto appello. Ha affermato tre ragioni, sebbene il terzo fosse inammissibile:

  • primo motivo: violazione per mancata applicazione dell'art. 3 LCS, essendoci giurisprudenza contraddittoria della Corte Suprema che aveva considerato questo tipo di clausola contrattuale come delimitatore di rischio che, in caso di conflitto di interessi, ha stabilito un limite quantitativo alla nomina gratuita di un avvocato da parte dell'assicurato, mentre aveva anche stabilito il carattere limitativo di dette clausole, deve possedere i requisiti formali previsti nell'articolo indicato per la sua validità.
  • seconda ragione: violazione per mancata applicazione dell'art. 3 LCS, giurisprudenza contraddittoria esistente della Corte Suprema, perché a volte aveva considerato delimitante il rischio la clausola contrattuale litigiosa che limitava la garanzia generalmente coperta dalla polizza, mentre, in altre occasioni, Avevo affermato che avevano un carattere limitante, deve possedere i requisiti formali previsti nell'articolo indicato per la sua validità.

La Camera ha risolto congiuntamente le due ragioni.

Dopo aver analizzato la dottrina e la giurisprudenza, espresso questo:

 “En este caso podría considerarse que dichas cláusulas son implícitamente limitativas del derecho del asegurado a la libre elección de abogado. La copertura prevista dall'assicurato viene limitata, e la difesa legale accessoria all'assicurazione di responsabilità civile verrebbe denaturata.

(….)

Il contratto di assicurazione risulterebbe distorto se fosse stabilita una copertura insufficiente in relazione al interessi che sono stati difesi, perché la difesa e la protezione efficace del diritti dell'assicurato, che costituisce l'oggetto dell'assicurazione.

(….)

Anzi, come ci siamo mantenuti, l'assicurato non sceglie un avvocato di sua spontanea volontà, ma a causa del conflitto di interessi tra lui e l'assicuratore. Si, nonostante sia stato costretto a farlo, il limite di copertura è insufficiente, come nel caso era 1500 €, ciò implica una distorsione del contratto di assicurazione, in quanto limita la libera nomina di un avvocato da parte dell'assicurato che difende i tuoi interessi, e lo svuota nella pratica dei contenuti . In questi casi la clausola può essere qualificata come limitativa del diritto dell'assicurato e la sua validità lo è condizionato al regime speciale di accettazione previsto dall'art 3 CHA.”

 

In definitiva, para la Sala,  la clausola controversa dovrebbe essere classificata come limitativa: L'assicurato ha visto la polizza snaturata rispetto alla propria difesa legale, in quanto MAPFRE aveva l'obbligo di pagare solo un quarto dell'importo registrato dal proprio legale. L'importo assicurato era superiore a 1 milioni di euro, mentre il limite della difesa legale è stabilito in 30.000 €, una notevole differenza tra entrambi gli importi, il che ha fatto ritenere alla Camera che lo fosse, in questo caso, prima di una clausola limitativa dei diritti dell'assicurato, che in pratica ha lasciato il contratto vuoto di contenuto.

La Suprema Corte ha accolto il ricorso in cassazione presentato da D. Pío.

Conclusione

Nell'assicurazione di responsabilità civile,  in cui sono stabiliti limiti notoriamente insufficienti per la copertura legale in relazione all'importo assicurato,  dichas cláusulas pueden considerarse como “limitante” del derecho del asegurado. Con ellas sevacía de contenidola posibilidad de libre elección del abogado prevista en la póliza para situaciones de conflicto de intereses con la propia aseguradora.

 Consulta il tuo caso gratuitamente ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio