Quando il mediatore ha diritto alla sua commissione sulla vendita di un appartamento?

avvocato immobiliare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avete diritto alla retribuzione mediatore vendita di un pavimento quando è stato fatto in termini diversi ai dirigenti?

E 'un caso che si verifica abbastanza spesso ed è venuto a chiarire la Corte di Cassazione nella sentenza 21 Maggio 2014. È possibile scaricare la sentenza qui.

Il proprietario di un appartamento e di un mediatore immobiliare intenderà gestione commissionato per la vendita di un sedimento maggio 2009 stabilire il prezzo in 225.000 euro. Come risultato degli sforzi del mediatore, controllare il pavimento di un client, ma la richiesta di uno sconto sul prezzo. Questo fatto viene comunicato al proprietario che "sarebbe dire qualcosa". Nel mese di agosto 2009, il proprietario e il cliente firmano l'atto di acquisto da parte 190.000 euro, senza intervento del mediatore.

La questione si pone se il mediatore ha il diritto di pagare o se, se ridurre proporzionalmente alla riduzione del prezzo finale di vendita.

Il Tribunale di primo grado stima della domanda mediatore, condanna al pagamento di 15.000 euro relativi alla retribuzione del mediatore, interessi legali e spese di più. Ritiene che l'attore rispettato il contratto e che la vendita è stata effettuata per il tramite di questa.

L'ex proprietario ha venduto Piano ricorso dinanzi alla Corte Provinciale, che ritiene, invertire la sentenza e assolvere l'obbligo di pagare. Per l'udienza, se l'operazione non viene effettuata sotto i termini dell'ordine, non maturerà il diritto alla provvigione.

Così il mediatore, interposto appello alla Corte Suprema.

Per la Corte Suprema, il mediatore rispetti l'obbligo "che consente la vendita" indipendentemente dal fatto che ciò si verifica o meno. In questo caso, piano di vendita come "il successo o il successo della mediazione" è stato raggiunto attraverso la gestione mediatore contattato il futuro acquirente e ha insegnato ripetutamente immobili. Anche, in accordo tra le parti, non sottoposto remunerazione di mediazione su un obiettivo di prezzo. E la quota fissa era proporzionata agli usi e costumi del settore negoziabili.

In definitiva, giurisprudenza è fissato a partire dalla Camera di primo grado il mediatore responsabile per la vendita di una casa, diritto alla retribuzione piena la Commissione hanno convenuto, quando la loro gestione è fondamentale nel determinare il successo o il fidanzamento, indipendentemente dal fatto che la vendita è effettuata senza la sua conoscenza e il prezzo finale risultante dal medesimo.

Un'altra cosa era successo, (e chiarire che questo è il mio punto di vista e il Supremo non dice nulla circa) si le parti hanno convenuto che l'onorario del mediatore varierebbe nella stessa proporzione in cui si fa, il prezzo effettivamente ottenuto in relazione all'obiettivo fissato. Ciò è perfettamente fattibile, e avrebbe risparmiato un sacco di guai. Si consiglia pertanto di, soprattutto quando un contratto è una quantità elevata, da un parere di un esperto avvocato.

Consultare il caso cliccando qui.

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio