Guida sulla responsabilità del produttore dei prodotti difettosi

abogado producto defectuoso

Indice,,es,Violazione degli obblighi legali e indennizzo dell'assicurazione a tutti i rischi,,es,Requisiti per l'assicuratore per evitare l'indennizzo,,es,Guida all'assicurazione del credito,,es,Risarcimento per l'assicurazione sulla vita legata a un mutuo ipotecario a Lleida,,es,Risarcimento salvo frode o colpa grave,,es,Burguera Abogados C / Poeta Querol 1-1,,ca,C / Albacete,,es,C / Velazquez,,fr

Come rivendicare la responsabilità del produttore di un prodotto difettoso?

 Consulta il tuo caso gratuitamente ora

Le azioni di responsabilità civile del produttore dei prodotti difettosi consentono al danneggiato di essere risarcito per i danni causati dall'utilizzo di un bene o servizio immesso sul mercato.

In questo post passiamo in rassegna brevemente il regolamento del responsabilità del produttore per prodotti difettosi.

Concetto e caratteristiche della responsabilità del produttore

I primi precetti del Consiglio di Amministrazione, di 25 Luglio 1985, relativo al ravvicinamento delle disposizioni legali, regolamenti regolamentari e amministrativi degli Stati membri in materia di responsabilità per danni causati da prodotti difettosi, concentrarsi sulla definizione di vari concetti legati all'argomento.

Articolo 1 Direttiva, Stati "Il produttore sarà responsabile dei danni causati dai difetti dei suoi prodotti".

Di "prodotto", Articolo 2, riflette che "Qualsiasi bene mobile è inteso, eccetto materie prime agricole e prodotti di selvaggina, anche quando è incorporato in un altro bene mobile o immobile. (...) Anche l'elettricità. "

Di "produttore", Articolo 3 Stati "(...) la persona che realizza un prodotto finito, che produce una materia prima o che ne produce una parte integrante, e tutta quella persona che si presenta come un produttore mettendo il suo nome, marca o qualsiasi altro segno distintivo sul prodotto. "

Il regime di responsabilità del produttore entra in gioco nel momento in cui appare un prodotto difettoso sul mercato, quella causa o può causare danni. E 'la ferito colui che deve provare il danno, il difetto e il nesso di causalità tra il difetto e il danno prodotto. Tuttavia, non è necessario dimostrare la colpevolezza del produttore.

Come mai prodotto difettoso, E 'inteso uno che non offre la sicurezza a cui ha diritto il consumatore. Come mai danni risarcibili, noi abbiamo: gli Morte e lesione corporale, oltre anche quelli prodotti a una cosa, così come la sua distruzione, quando detto cosa è inteso per uso gli consumo privato, e che persona ferita lo ha utilizzato in quest'area. A questi danni personali e materiali, puoi aggiungere il file daños morales, e anche il danno non patrimoniale.

Concentrandosi sul regio decreto legislativo 1/2007, di 16 Novembre, approva il testo riveduto della legge generale per la Difesa dei Consumatori e degli Utenti e le altre leggi complementari, che è quello attualmente in vigore nel nostro ordinamento giuridico (qui di seguito, TRLGDCU), Articolo 128 impostare il principio generale del risarcimento dei danni, "Qualunque cosa ferito ha diritto ad essere risarcito (...) por los danni o perdite causati dai beni o servizi.

(...) il ferito potrebbe dover essere risarcito per danni, includendo il morale, come conseguenza di responsabilità contrattuale, fondato su difetto di conformità dei beni o servizi o in qualsiasi altra causa di inadempimento o inadempimento del contratto, o da tort in quale posto. "

Per la sua parte, Articolo 129 stabilisce che il responsabilità per prodotti difettosi "(...) capisce il lesioni personali, compresa la morte, e danni materiali, a condizione che questi riguardino beni o servizi oggettivamente destinati all'uso o al consumo privato e come tali siano stati utilizzati principalmente dal danneggiato."

Il suo articolo 135 impostare il principio generada quello "L' produttori sarà responsabile della danno por los difetti della prodotti quella (...) fabbricano o importano."

Di "prodotto", secondo l'arte. 136, è capire "any ben mobile, anche quando attaccati o incorporati in un altro bene mobile o immobile, e la gas e elettricità."

Per la sua parte, gli concetto giuridico di "prodotto difettoso" che è raccolto nell'art. 137, parleremo in una sezione successiva della guida.

Ultimo, Articolo. 138 ha disciplinato concetto giuridico di "produttore", pregando quello "(...) è un produttore (...) il produttore l'importatore nell'Unione europea di: un) A prodotto finito. b) Qualsiasi elemento integrato in un prodotto finito. c) A materia prima."

In definitiva, gli Responsabilità Il produttore è disciplinato da quanto segue lineamenti:

  1. questo è assoluto, perché non prevalgono le clausole di esonero o limitazione di responsabilità che le parti eventualmente hanno stipulato;
  2. questo è solidarietà, perché la parte lesa può andare contro uno qualsiasi dei responsabili, in base alla tua partecipazione alla causa del danno;
  3. questo è diretto, perché non si riduce, anche se il danno è causato congiuntamente da un difetto del bene o del servizio o dall'intervento di terzi;
  4. questo è automatico, perché il beneficiario dell'importo del risarcimento ha diritto al risarcimento, derivanti da danni contrattuali ed extracontrattuali dalla preventiva risoluzione giudiziaria all'effettivo pagamento del risarcimento;
  5. e, ultimo, questo è soggettivo o per colpa, perché l'infortunato dovrà provare il difetto, il danno e la relazione causale tra difetto e danno, sebbene il produttore possa esonerare la sua responsabilità nel caso in cui sia in una qualsiasi circostanza valutata per l'esonero.

Regolamento di responsabilità civile per prodotti difettosi

Articolo 51 della Costituzione spagnola del 1978 suppone la tutela costituzionale di diritti dei consumatori e degli utenti, imponente poteri pubblici cosa dovrebbe garantire la tua difesa, proteggere, anche, gli sicurezza, gli Salute e Interessi economici attraverso procedure legale, stragiudiziale e giudiziale, efficace.

Dal quadro costituzionale, la normativa sulla responsabilità del produttore per danni che possono derivare da prodotti difettosi è recente. Prima della direttiva europea sul 25 Luglio 1985 (Direttiva del Consiglio sul ravvicinamento delle disposizioni giuridiche, regolamenti regolamentari e amministrativi degli Stati membri in materia di responsabilità per danni causati da prodotti difettosi), in Spagna, avevamo in vigore la Legge Generale per la Difesa dei Consumatori e degli Utenti di 1984.

Fino a 1985, I fabbricanti di prodotti erano regolati dalla responsabilità civile generale di qualsiasi debitore per danni a terzi, assumendosi la stessa responsabilità di qualsiasi altro, sia contrattuale che extracontrattuale. Hanno risposto in modo personale e illimitato, con tutte le tue risorse presenti e future, Come previsto dall'art. 1911 CCivil.

Le normative europee e nazionali si sono evolute, arrivare al punto di socializzare i danni e oggettivare la responsabilità, Distinguere la responsabilità del produttore per danni che potrebbero essere causati da prodotti difettosi che ha immesso sul mercato. Tale era l'evoluzione, che la disciplina generale di diritto civile in materia di responsabilità contrattuale per inadempimento degli obblighi derivanti dal contratto, compresi i servizi igienico-sanitari per i difetti nascosti, nonché responsabilità extracontrattuale per la produzione di danni a terzi in base all'art. 1902 CCivil, era insufficiente in questa materia di prodotti difettosi, in quanto i feriti potrebbero essere tantissimi, perché sono considerati rapporti contrattuali di massa per consumatori e utenti.

Era necessario regolamentare, nel campo della tutela dei consumatori e degli utenti questo aspetto di responsabilità dei fabbricanti di prodotti che possono essere importati o distribuiti sul mercato.

Questo problema legale è stato risolto dal Direttiva 85/374 CEE (anteriormente mencionada), sulla responsabilità per danni causati da prodotti difettosi, nonostante la nostra Legge Generale per la Difesa dei Consumatori e degli Utenti (qui di seguito, LGDCU) conteneva una delle regole stabilite in detta direttiva. La direttiva si è concentrata sull'armonizzazione degli ordinamenti giuridici degli Stati membri attraverso la regolamentazione di a sistema di responsabilità oggettiva del produttore, omogeneo, in modo che non ci sarebbe una protezione ineguale dei consumatori. Anche, regolato la presunzione di responsabilità dei produttori, inversione dell'onere della prova, così come le cause dell'esonero, che avevano un prezzo.

Dopo l'approvazione della presente direttiva, un altro è stato approvato, quello era complementare, gli Direttiva 92/59 / CEE del Consejo, di 29 Giugno 1992, relative alla sicurezza generale dei prodotti, che è stato trasposto in Spagna con regio decreto, di 19 Gennaio 1996, sulle misure per garantire la sicurezza dei prodotti messi a disposizione del consumatore, sebbene il Regio decreto 1801/2003, di 26 Dicembre, sulla sicurezza generale del prodotto.

La direttiva del 25 Luglio 1985 è stato incorporato nel nostro sistema legale attraverso la Legge 22/1994, di 6 Luglio, responsabilità per danni causati da prodotti difettosi.

Era in vigore fino al 1 Dicembre 2007, quando il Testo consolidato della LGDCU, approvato con regio decreto legislativo del 16 Novembre 2007. Specificamente, gli responsabilità per prodotti difettosi, l'abbiamo trovato nel Libro III.

Il Responsabilità di questo Testo Unico regola, non solo quello derivato da prodotti difettosi, ma anche quello derivato da fornitura difettosa dei servizi. Questa responsabilità civile è regolata tra gli artt. 128 e 149.

Il libro III è diviso in tre titoli. Il titolo I tratta delle disposizioni comuni sulla responsabilità per danni causati da beni e servizi difettosi. Il titolo II regola la responsabilità civile causata da prodotti difettosi e il titolo III regola la responsabilità causata dal resto dei beni e servizi.

Danni risarcibili per prodotti difettosi

Per quanto riguarda responsabilità, i danni causati da prodotti, e quelli causati da altri beni o servizi.

Richiedi prodotti

È l'articolo 137 TRLGDCU che stabilisce il concetto giuridico di "prodotto difettoso". Pregate quello "Sarà compreso da prodotto difettoso uno che non offre la sicurezza che potresti legittimamente aspettarti, tenendo conto di tutte le circostanze e, specialmente, la sua presentazione, l'uso ragionevolmente prevedibile degli stessi e il momento della sua messa in circolazione. Comunque, un prodotto questo è difettoso se non offre la garanzia normalmente offerta dalle altre copie della stessa serie. Un prodotto non può essere considerato difettoso da appena fatto che un tale prodotto è messo su successivamente in circolazione di forma più perfezionata. "

Per la sua parte, e già trattati in precedenza, il produttore sarà responsabile, cioè il produttore di un prodotto finito, di qualsiasi elemento integrato in un prodotto finito o in una materia prima. Responsabile è anche l'importatore nell'Unione Europea.

Il ferito è quello, chiedere il risarcimento dei danni causati, devono dimostrare il difetto, il danno e la relazione causale tra i due, sebbene sussistano una serie di cause di esonero dalla responsabilità valutate all'art. 140 e limiti di responsabilità, regolato dall'art. 141.

Specificamente, Articolo. 141 Stati “La rResponsabilità civile del produttore per danni causati da prodotti difettosi, sarà conforme a quanto segue regole:

un) il L'importo del risarcimento del danno materiale verrà detratto da un franchising di 500,00 euro.

b) Il responsabilità globale del produttore per morte e lesioni personali causato da prodotti identici che presentano lo stesso difetto avrà come limitare la quantità di 63.106.270,96 euro."

Il I danni materiali saranno risarcibili secondo la legislazione civile e commerciale, non conforme alle disposizioni della TRLGDCU (arte. 142).

Il l'azione prescrive tre anni dalla data il ferito soffre il danno, neanche per lui difetto del prodotto o danno causato dal difetto, purché sia ​​nota la persona responsabile del danno. In caso di responsabilità solidale, Il soggetto responsabile del pagamento dell'indennità avrà a sua disposizione l'azione di ripetizione, che prescriverà un anno dal pagamento dell'indennità (arte. 143).

Il I diritti della parte lesa sono estinti 10 anni da quando aveva mettere in circolazione il prodotto che ha provocato il danno, a meno che non venga esercitata l'azione legale corrispondente (arte. 144).

Ultimo, Come previsto dall'art. 146, "Il provider del prodotto difettoso risponderà, come se fosse il produttore, quando hai fornito il prodotto conoscendo l'esistenza del difetto. In questo caso, il fornitore può esercitare l'azione di ripetizione nei confronti del produttore. "

Richiedi beni e servizi

La responsabilità civile per danni causati da beni e servizi è regolata dagli artt. 147 ff.

Specificamente, Articolo. 147 prendi il file regime generale responsabilità, stabilendo che:

"Il fornitori di servizi sarà responsabile dei danni causati a consumatori e utenti, A meno che non dimostrino di aver rispettato i requisiti e i requisiti stabiliti dal regolamento e le altre cure e passaggi richiesti dalla natura del servizio. "

Per la sua parte, Articolo. 148, ha disciplinato regime speciale. Pregate quello "Sarà responsabile dei danni causati dal corretto utilizzo dei servizi, quando per sua stessa natura, o in fase di regolamentazione ben consolidata, includere necessariamente la garanzia di determinati livelli di efficacia o sicurezza, in condizioni oggettive di determinazione, e coinvolgere controlli tecnici, qualità professionale o sistematica, fino a raggiungere il consumatore e l'utente in condizioni adeguate.

Comunque, sono considerati soggetti a questo regime di responsabilità servizi sanitari, quelli di riparazione e manutenzione di elettrodomestici, ascensori e veicoli a motore, servizi di riabilitazione e riparazione domiciliare, servizi di revisione, impianti o similari gas ed elettricità e quelli relativi ai mezzi di trasporto.

Fermo restando quanto previsto da altre disposizioni di legge, gli responsabilità derivate di questo articolo avrà come Limite la quantità di 3.005.060,52 euro."

Onere della prova: arte. 139 TRLGDCU

La responsabilità del produttore dei prodotti difettosi si basa su a presunzione di carattere essenziale, perché è responsabile produttore che immette sul mercato prodotti difettosi, arrecando danno al consumatore, chi lo usa da consumare o utilizzare. Così, deve rispondere al danneggiato tramite a importo del risarcimento in base al danno causato.

En este caso en concreto, l'onere della prova è invertito. Quanto stabilito all'articolo. 139, che lo afferma "Il ferito che mira a ottenere il risarcimento del danno causato dovrà dimostrare il difetto, il danno e la relazione causale tra i due ".

Dovrà dimostrare elementi oggettivi, non soggettivo, vale a dire, non dovrai provare la colpa del produttore.

Esenzione del produttore: arte. 140 TRLGDCU

Per la sua parte, Articolo. 140 TRLGDCU istituisce il cause di esonero cosa deve dimostrare il produttore o il produttore del prodotto per distruggere la presunzione di responsabilità. Questo precetto li elenca. È un listino prezzi, senza potersi espandere oltre quanto legalmente stabilito dalle parti.

Le cause dell'esonero sono le a seguire:

"un) Quella non aveva messo in circolazione il prodotto.

b) Quella, date le circostanze del caso, è possibile vantarsi che il difetto non esisteva al momento della messa in circolazione del prodotto.

c) Que el il prodotto non era stato fabbricato per la vendita o per qualsiasi altra forma di distribuzione a fini economici, né fabbricato, importato, forniti o distribuiti nell'ambito di un'attività professionale o imprenditoriale.

d) Que el predefinito È stato perché il file il prodotto è stato fabbricato secondo gli standard obbligatori esistenti.

e) Que el Lo stato delle conoscenze scientifiche e tecniche esistenti al momento della messa in circolazione non ha consentito di valutare l'esistenza del difetto.

Il Il produttore di una parte integrante di un prodotto finito non sarà responsabile se dimostra che il difetto è imputabile al design del prodotto a cui è stato incorporato o alle istruzioni fornite dal produttore di quel prodotto.

Nel caso di medicinali, alimenti o prodotti alimentari destinati al consumo umano, gli soggetti responsabili, secondo questo capitolo, non può invocare la causa di esonero della sezione 1, lettera e)."

Dottrina della ST

Responsabilità del produttore

Recentemente, la sentenza è stata emessa dalla Corte Suprema 448/2020, di 20 Luglio, quale parte di STS 34/2020, di 21 Gennaio, per stabilirlo "Il legislatore europeo ha voluto incanalare la responsabilità nella persona del produttore (fabbricante), tralasciando deliberatamente il rivenditore (fornitore o fornitore) del prodotto difettoso, considerando che ti manca la possibilità di intervenire sul prodotto e non hai la conoscenza o l'opportunità di ispezionare la merce con la quale scambi. Il il rivenditore risponde in modo eccezionale, solo nel caso in cui il produttore (fabbricante) non può essere identificato (...)".

Violazione della nozione giuridica di prodotto difettoso

"(...) gli esistenza di difetti di progettazione, fabbricazione o informazioni su un prodotto intese a fornire sicurezza ed evitare risultati dannosi (catastrofico, in questo caso), suppone il esistenza di un difetto del prodotto che dia luogo alla responsabilità del produttore, applicabile da chi è danneggiato da tali vizi, e non semplicemente una mancanza di utilità che concede solo un'azione di responsabilità contrattuale all'acquirente del prodotto.

Nel prodotti Il cui scopo è quello di evitare o mitigare i danni che possono avere origine in comportamenti imputabili a terzi o in una circostanza estranea al prodotto (airbag, cintura di sicurezza, sistema di protezione antincendio, ecc.), l'esistenza di un difetto di progettazione, fabbricazione o informazioni che determinano la sua funzione di prevenzione, evitare o mitigare i danni non è soddisfatta, È un difetto determinante della responsabilità del produttore per il pericolo derivante dalla violazione della sua funzione di sicurezza.

(...) Le informazioni possono essere errate non solo perché contengono istruzioni sbagliate o errate, ma anche perché gli avvertimenti sui rischi sono insufficienti."

conclusioni

Tanto los productos como los prestadores de servicios son responsables civilmente frente a los consumidores y usuarios de aquellos daños, tanto personales como materiales, que ocasionen sus productos o servicios.

Al ser una responsabilidad civil absoluta, no son válidas aquellas cláusulas de exoneración que se puedan acordar entre las partes.

Será producto defectuoso aquel que no ofrezca la seguridad que cabe esperar de él para el uso determinado para el que esté destinado.

Così, todos los bienes y servicios que se pongan en el mercado deberán incluir una serie de garantías, tanto de seguridad como de eficacia, pasando previamente por controles de calidad, antes de llegar al consumidor o usuario.

 Consulta il tuo caso gratuitamente ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio