Punti base dei lavori in locazioni urbane

OBRAS Y ARRENDAMIENTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Indice,,es,Violazione degli obblighi legali e indennizzo dell'assicurazione a tutti i rischi,,es,Requisiti per l'assicuratore per evitare l'indennizzo,,es,Guida all'assicurazione del credito,,es,Risarcimento per l'assicurazione sulla vita legata a un mutuo ipotecario a Lleida,,es,Risarcimento salvo frode o colpa grave,,es,Burguera Abogados C / Poeta Querol 1-1,,ca,C / Albacete,,es,C / Velazquez,,fr

L'esecuzione di lavori, Ristrutturazione e riparazione durante l'alloggiamento di locazione o commerciale provoca non poche differenze tra proprietario e inquilino.

In questa voce, noi modificherà la sua regolamentazione.

Contratto di locazione ad uso diverso da abitazioni

Le parti possono concordare come meglio credono per quanto riguarda le opere, Ristrutturazione e riparazione. E la mancanza di un accordo, le stesse regole si applicano alla LAU fornisce alloggi, tranne per quanto riguarda la raccolta di reddito da effettuare dall'inizio del contratto (non ci sarà nessuna attesa 3 gli 5 anni, come in locazioni abitative). Anche se il principio fondamentale è la libertà di alleanze, la legge non accetta di rinunciare a diritti futuri: non può rinunciare ad esigere per l'esecuzione di lavori resi necessari dopo la firma del contratto.

Alloggi in locazione

Il LAU prevede quattro tipi di opere:

Conservazione Opere

Di cui all'articolo 21 la LAU: Quelli che sono essenziale per il bene locato è abitabile o quando richiesto dall'autorità competente e si riferisce sostanzialmente alla elementi esistenti all'inizio del contratto. Se non fossero di avvio del contratto, non sarebbe di opere di conservazione, ma sarebbe di fronte ad una violazione del contratto.

I lavori comprendono la conservazione necessaria nel tempo da, normale usura anche se l'uso è stato adeguato, logorio, o incluso, nel caso di forza maggiore come un fiume.

Deve essere eseguita dal padrone di casa, ma l'esecuzione, non ti dà il diritto di aumentare l'affitto.

L'inquilino non può rinunciare a questo diritto, anche se la legge 4/2013 introdotto possibilità di reddito il risarcimento per le riparazioni effettuate dal locatario.

Se il proprietario non esegue lavori di conservazione, l'inquilino può chiedere al giudice dell'esecuzione o risolvere il contratto, e in entrambi i casi, con compensazione indennizzo, ma non può smettere di pagare l'affitto.

Il locatario è tenuto a sostenere l'esecuzione di lavori conservazione non può essere differito, e durano più a lungo 20 giorni, diritto a una riduzione proporzionale del canone di locazione.

L'inquilino deve comunicare al locatore della necessità di lavori di conservazione e si raccomanda che ciò avvenga in modo affidabile.

Nel emergenza, il locatario può rendere il lavoro di conservazione in sé, ma deve prima informare il padrone di casa. È quindi possibile recuperare il costo.

Il locatore non è tenuto a svolgere i costi di manutenzione:

  1. Se i danni sono imputabili al locatario o le persone che vivono fianco a fianco.
  2. Se la casa è completamente distrutta.
  3. Piccole riparazioni domestiche minori da effettuare da parte del locatario.
  4. Il danno causato da un terzo.

Miglioramento Opere

Il padrone di casa ha il potere di fare le opere non sia necessario per l'abitabilità delle abitazioni, aumentare il valore della proprietà. Sono disciplinate dall'articolo 22 LAU e consentire al padrone di casa per aumentare l'affitto. Per la sua parte, il locatario può risolvere il contratto. Il LAU richiede l'attuazione di queste opere di miglioramento non può essere ritardata fino alla fine del contratto, più, devono essere riportati con almeno tre mesi.

Dopo cinque anni di contratto (o tre per un'ulteriore riforma appalti dalla Legge 4/2013), Può essere aumentare l'affitto secondo le disposizioni di cui all'articolo 19 la LAU.

Se l'inquilino non è d'accordo, Si può recedere dal contratto, entro un mese, notifica da parte del locatore.

Opere Tenant

L'inquilino, si possono fare le opere che considerano, rispetto delle disposizioni di cui all'articolo 23 la LAU:

  • Essi non possono ridurre la stabilità o la sicurezza dell'abitazione.
  • Se si modifica la configurazione della custodia, deve avere il consenso scritto del locatore.
  • È possibile rimuovere solo il miglioramento alla fine del contratto, se una perdita di valore della proprietà non si verifica.
  • Non ha diritto ad alcun indennizzo per il padrone di casa

La rimozione delle barriere architettoniche

Articolo 24 LAU della possibilità che l'inquilino svolgere un lavoro a loro spese è impostato, senza il consenso del locatore (è sufficiente preavviso scritto), abitazioni di adattarsi alle loro limitazioni o invalidità di un coniuge o persona che si trova allo stesso modo di affetto o di parenti con cui vivono. Alla fine locazione, il locatore può richiedere che lo stato originario della proprietà viene ripristinato, a carico del locatario.

In molte situazioni di vita reale verificarsi disgiunzione, quindi dobbiamo essere a discrezione del rispettivo Tribunale Provinciale.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio