Recuperar anticipos en compra de vivienda con póliza colectiva

 

 

recuperar anticipos

La mancanza di certificazione individualizzata della garanzia non impedisce di recuperare le somme anticipate per il pagamento di un piano di acquisto casa.

El Tribunal Supremo ha confirmado que las cantidades entregadas como pago adelantado por el comprador consumidor a cuenta de una vivienda en construcción quedan garantizadas con el documento justificativo de la constitución de la garantía por el promotor vendedor, anche se non in possesso della certificazione individuale della cauzione. Questo perché, come indicato dalla stessa Corte, Non è possibile caricare l'acquirente consumatore con il requisito di livello di diligenza che non gli appartiene incontrare, dal momento che è il venditore che è obbligato a consegnare tale certificazione individuale.

Así se establece en la Sentencia de la Sala Primera del Tribunal Supremo Nº 626/2016, Data 24/10/2016. I fatti sono i seguenti:

1. Herrada del Tollo SL ha condotto uno sviluppo immobiliare per la costruzione di un complesso residenziale denominato "Residencial Santa Ana del Monte". Il 09/07/2004 Herrada del Tollo SL fatto con reciproco Guarantee Company di Valencia (qui di seguito, SGRCV) una politica di rafforzamento up 1.500.000 €, successivamente esteso a 6.500.000; il 23/02/2003 Ha fatto un'altra politica della stessa natura con il Banco Bilbao Vizcaya Argentaria SA (qui di seguito, BBVA) pari a 1.000.000 €; e 21/04/2004 ha fatto con l'attuale Banca popolare (entonces, Banco Pastor), un 'politica di controgaranzie "per un importo di 3.000.000 €.

2. a partire dal 14/12/006, Herrada del Tollo SL celebrato contratto di vendita abitazioni in costruzione con D. Miguel. Una lista delle vivande, ha dato Herrada del Tollo SL la quantità di 22.448,60 €. Al contrato de compraventa se adjuntaron copias de las pólizas colectivas reseñadas anteriormente, ma las entidades no emitieron una certificación individualizada a favor de D. Miguel.

3. Più tardi, Herrada del Tollo SL è stata dichiarata insolvente, e la Corte Commerciale transazioni il concorso ha dichiarato la risoluzione del contratto di vendita concluso con D. Miguel, e l'esistenza del debito a favore di esso per il ritorno di 22.448,60 € aveva dato a titolo di acconto.

4. Sulla base di quanto precede, D. Miguel formuló demanda de juicio ordinario contra SGRCV, BBVA e Banco Popolare per la condannati congiuntamente a pagare il 22.448,60 € pagato per questo con carattere prezzo pagamento anticipato, più 5.753,88 € a interessi legali.

5. Il Tribunale di primo grado n 05 Valencia ha respinto il ricorso con sentenza in data 14/01/2014, al entender que la copia de las pólizas colectivas “no implicaban ninguna asunción de garantías a favor de los posibles adquirentes de viviendas”, e che la mancanza di politiche di certificazione individualizzati stabilito che il consolidamento non sarebbe materializzato l'identità dell'acquirente beneficiario, l'ammontare dell'importo dell'anticipo e la porzione del premio coerente con quella somma, carenze che hanno causato tutto, in ultima analisi, non avrebbe garantito l'importo fornita da D. Miguel. Contro tale sentenza D. Miguel interpuso recurso de apelación que solamente fue estimado en cuanto a dejar sin efecto la condena en costas, secondo la Corte provinciale di Valencia che ha stabilito nella sentenza del 23/07/2014.

Contro tale sentenza, e il ricamo, D. Miguel appello sulla base di un unico motivo: aplicación indebida de los artículos 1, 2, 3 e 7 Agire 57/1968, di 27 Luglio, sobre percepción de cantidades anticipadas en la construcción y venta de viviendas y otros preceptos concordantes.

Secondo D. Miguel, "Il fallimento dal promotore del suo obbligo di richiedere e fornire garanzia isolata l'acquirente non è efficace nei confronti di quest'ultimo o rende inefficace la politica di garanzia collettiva o approvazione collettiva, alla luce dell'articolo 1 e 3 Agire 57/1968, in combinato disposto con l'articolo 86 della legge generale di protezione dei consumatori e degli utenti ". Tutti, nella misura in cui altrimenti si sarebbe privato del diritto di acquirente, riconosciuto e regolato da norme imperative, deve essere garantito il ritorno di tutte le somme anticipate per l'acquisto di una casa in costruzione nel caso in cui la costruzione dello stesso, non avvierà non procedere alla consegna entro il periodo concordato per qualsiasi motivo.

La Corte Suprema, la nomina della sua condanna 322/2015, di 23/09, ricorda che, Articolo secondo 1 legge 57/1968, lo sviluppatore di alloggi per la casa o la famiglia di residenza, di ricevere pagamenti anticipati da parte degli acquirenti, deve "assicurare il ritorno delle somme versate [...] dalla solidarietà garanzia fornita da un'entità iscritta all'Albo delle Banche e dei banchieri [...]". Anche, recuerda que los artículos 2 e 3 della suddetta legge che disciplina l'obbligo di fornire al compratore promotore individualizzato certificazione di garanzia, così come la natura esecutiva della garanzia allegata al documento autentico attestante la mancata apertura dei lavori o consegna degli alloggi, di richiedere la consegna di garante degli importi che l'acquirente aveva diritto.

la Corte Suprema continua, come già ha concluso con la sentenza 322/2015, di 23/09, indicando che l'interpretazione di tali articoli realizzati dalle sentenze di primo e secondo grado "come prova può essere garanzia di previsione insoddisfatto di cui agli articoli 1 , 2 e 3 Agire 57/68, perché sotto la maschera della politica di garanzia collettiva concertata, una copia della quale è stata consegnata all'acquirente, éste no tiene por qué conocer que todavía debe recibir el aval individualizado y queda a merced de la mayor o menor diligencia del promotor solicitar los concretos certificados o avales individuales”. Ed è proprio questa mancanza di esecutività di questo livello di cura per il consumatore che, A causa della fine speciale di protezione dello standard, lleva a concluir que “es posible entender directamente cubierto el riesgo, senza prima aver rilasciato una garanzia, A proposito di ciò che l'acquirente non ha alcuna responsabilità. Si consiglia di non pesare sul compratore che ha dato anticipi che agiscono promotore gravemente colposa o dolosa che si ferma esigere che i singoli certificati o convalide ".

Così, la Corte suprema ritiene che il motivo e, con lui, il ricorso presentato dalla ricorrente, e condena a las entidades demandadas a pagar solidariamente al demandante los 22.448,60 € pagato per questo con carattere prezzo pagamento anticipato, più 5.753,88 € nel concetto di interessi legali maturati.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio