Può trasmettere l'IPR?

proprietà intellettuale

 

 

 

 

 

 

Spesso si pone la domanda circa la possibilità di trasmettere i diritti di proprietà intellettuale.

In linea di principio, l'autore di un lavoro scientifico o artistico letterario, ha il diritto di sfruttare e disporne a piacimento, a norma dell'articolo 428 Codice civile.

Tuttavia, Act Proprietà Intellettuale di 1996 caratterizzato da un lato tra il diritti morali (articoli 14 ff) e diritti di sfruttamento (articoli 17 ff).

Detto diritti morali sono di proprietà intrinseca e inalienabile e solo con la morte dell'autore sono state diffuse, può esercitare questi diritti di eredi. Sono di decidere sulla divulgazione del lavoro, riconoscimento della domanda di paternità, o chiedere il rispetto per l'integrità del lavoro. Sono diritti piuttosto contenuto "ad honorem".

D'altra parte ci sono l' diritti di sfruttamento, che riguardano lo sfruttamento economico della proprietà intellettuale, generato dalla riproduzione, distribuzione, comunicazione pubblica, e disciplinata negli articoli 18 un 21. Questi diritti possono essere trasmessi sì.

Si ritiene che i diritti di utilizzazione sono indipendenti l'uno dall'altro, (articolo 23 LPI) vale a dire, possono essere trasmessi separatamente.

Nel trasferimento dei diritti di sfruttamento del proprietà intellettuale, se non dichiarato espressamente termine, è limitato a 5 anni. Da territorio, se non altrimenti indicato, limitata al paese in cui viene effettuata l'assegnazione.

Non si può vietare l'autore può creare opere in futuro.

Il trasferimento dei diritti non si estende a mezzo di diffusione esistere al momento del trasferimento (art.43 LPI).

Può essere impostato nel contratto di cessione di una quota proporzionale o appartamento per l'autore (arte. 46 LPI).

Anche, la cessione non è unico al cessionario se non espressamente previsto (arte. 48 un 50 LPI).

Si discute la natura del contratto, ma se una delle parti sono sia i commercianti, il contratto è considerato commerciante.

Quanto alla forma, deve essere eseguita scritto.

Cosa succede quando il lavoro viene svolto nell'ambito di un rapporto di lavoro?

In questo caso, salvo diverso accordo, si presume che i diritti di proprietà intellettuale nelle opere, sono stati concessi esclusivamente nella misura necessaria e, per l'esercizio della attività ordinaria della società, nel momento in cui il lavoro viene rilasciato. I diritti morali restano Worker, ma i diritti di sfruttamento appartengono all'azienda.

Nella Copyright Act sono riportati in dettaglio le regole per il trasferimento della partecipazione nel contratto di edizione, il contratto per la performance teatrale e musicale e la produzione di opere audiovisive. Trasferimento di programmi informatici e l'assunzione di artisti e interpreti comprende anche. Ma questi casi ci saranno altre voci.

Consultare il caso cliccando qui.

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio