Assicurazione sulla vita e la mancanza di specificità del questionario di salute

seguro de vida

Indice,,es,Violazione degli obblighi legali e indennizzo dell'assicurazione a tutti i rischi,,es,Requisiti per l'assicuratore per evitare l'indennizzo,,es,Guida all'assicurazione del credito,,es,Risarcimento per l'assicurazione sulla vita legata a un mutuo ipotecario a Lleida,,es,Risarcimento salvo frode o colpa grave,,es,Burguera Abogados C / Poeta Querol 1-1,,ca,C / Albacete,,es,C / Velazquez,,fr

La vita Abanca obbligato a compensare un questionario sulla salute di assicurazione sulla vita, che ha sofferto di una mancanza di specificità

Consultare il caso ora

 

Non v'è alcuna colpa nel beneficiario che non informare l'assicuratore circa disturbi che non è stato chiesto per la salute questionario.

D. Ivan ha firmato un'assicurazione sulla vita con un organismo specializzato. In precedenza aveva subito un attacco di cuore, ma al momento della compilazione del questionario di salute non è stato sottoposto al trattamento farmacologico. Anni dopo ha subito un altro attacco di cuore ed è morto. sua moglie, come il beneficiario dell'assicurazione, l'entità richiesta l'indennità per la perdita. L'azienda ha rifiutato e presunta omissione dolosa di disturbo sofferto D. Ivan quando ha riempito la cuestionario de salud.

Antecedentes

In 2003 D. Ivan ha subito un attacco di cuore. un rapporto medico che è stato emesso dislipidemia indicato, Il fumo e l'obesità subito. Anche, trattamento è consigliato D. Ivan.

Il 28 Settembre 2008, D. Ivan è stato diagnosticato un ipotiroidismo.

Il 8 Ottobre 2010 D. Ivan ha firmato con la compagnia di assicurazione sulla vita Caixa Galicia. Assicurazione è stata scattata dal Abanca vita e pensioni ASSICURAZIONE E LA RIASSICURAZIONE S.A. (poi come, Abanca).

Il rischio che il contratto è stato assicurato la morte per tutte le cause e di invalidità totale e permanente. Il capitale assicurato erano 18.000 euro, che fu trasformato dagli aggiornamenti della quantità di 21.879,11 euro. beneficiari di assicurazione sono stati, per ordine, coniuge non legalmente separato, prole, genitori e, infine,, eredi legittimi.

Insieme con la firma del contratto di assicurazione, D. Ivan ha risposto ad una cuestionario de salud. Che è stato risposto come segue:

"1 di a voi malati o incidente?, nessuna risposta; 2 O soffrono sofferto di una malattia che ha costretto ad interrompere il lavoro per più di quindici giorni nel corso degli ultimi cinque anni?, Non ha risposto; 3 Lei soffre o ha sofferto di una malattia del fegato infezione del sangue o malattie come l'epatite contagiosa (qualsiasi) o malattie sessualmente trasmissibili, infezioni da HIV (AIDS legati alla)? Nessuna reazione; 4 Avete qualche alteraciónfísica o funzionale, Ha subito un grave incidente, E 'stato chirurgicamente intervenuto o ricevuto trasfusioni di sangue?, Nessuna reazione; 5 Avresti raccomandato di consultare il medico, ricoverato in ospedale, oggetto di trattamento o intervenciónquirúrgica?, Nessuna reazione; 6 Fumi più di 40 sigarette al giorno?, Nessuna reazione; 7Avresti fatto o raccomandato test per l'AIDS?, Nessuna reazione; 8 Pensi che si consumano o hanno consumato bevande alcoliche regolarmente, ansiolitici, droghe o qualsiasi altro farmaco con o senza prescripciónmédica?, Nessuna reazione; 9 Di conseguenza la loro salute è buona e la malattia?, Risposta Sì. "

Il 26 Gennaio 2015, D. Ivan è morto per un arresto cardiorespiratorio. C'era il rischio assicurato nell'ambito della politica.

Doña Diana, moglie di D. Ivan e beneficiari, Ha presentato contro Abanca domanda pretesa 21.879,11 euro in conformità al contrato de seguro de vida sottoscritto. Egli ha chiesto gli interessi legali dalla morte dell'assicurato.

Primera Instancia

Il 18 Giugno 2018 del Tribunale di Istruzione n ° 1 Sahagun si è pronunciata. Il giudice ha capito che il beneficiario di assicurazione e maliziosamente omessi HID le sofferenze che ha subito al momento di compilare il questionario di salute. Essa ha quindi violato l'articolo. 10 Diritto dei contratti di assicurazione (LCS).

la causa intentata dalla signora Diana è stato respinto e condannato alle spese. E 'assolto l'imputato Abanca.

Corte Provinciale

Contro la sentenza, la ricorrente ha presentato ricorso. Ha chiamato errore nella valutazione degli elementi di prova e alla violazione di norme di legge e la giurisprudenza.

Ha udito cercato di esercitare se realmente esistito che l'occultamento fraudolento di disturbi di salute D. Ivan o, come egli ha sostenuto per actora, il questionario, secondo lo stesso contenuto, E 'stato riempito correttamente.

La Corte ha dichiarato che, Se è vero che D. Ivan soffriva di disturbi negli anni 2003 e 2008 e gli è stato diagnosticato un "Tipo di AMI-ischemico acuto del miocardio- indietro infero e ventricolo destro ", disturbi dovrebbero essere messi in relazione alle domande del questionario. Questo perché era il modo per controllare  "se davvero la risposta lo stesso, E 'sostenuto da dolo o colpa grave per omissione che ha impedito Abanca conosce il rischio reale che egli avrebbe assicurato e, che hanno conosciuto, avevano dato (...) che l'assicuratore non aveva effettuato il reclutamento di assicurazione".

Sentendo valore inserito dettaglio la cuestionario de salud. Egli ha osservato ogni domanda per determinare se vi omissione. Udito così stabilito che:

  • Nella prima domanda, non vi era alcuna omissione. Quando il questionario è stato compilato non vi era alcuna prova che D. Ivan era malato o incidente.
  • La seconda domanda, non vi era alcuna omissione. La questione riguardante le assenze per malattia, E 'stato incastrato entro "15 giorni negli ultimi cinque anni". Il primo attacco ha avuto luogo nel corso dell'anno 2003 e il questionario è stato firmato nel 2010, non vi era alcuna relazione medica in caso di interruzione dell'attività lavorativa entro il periodo di 5 anni precedenti. Così la Corte ha dichiarato che non vi era alcuna omissione, per i disturbi D. Ivan non fosse inquadrata in quel periodo di tempo.
  • Sulla terza questione, non vi era alcuna omissione. L'assicurato non ha subito alcuna malattia enumerare la questione.
  • La quarta questione, non vi era alcuna omissione. La domanda era di "alterazioni fisiche o funzionali" subiti dal assicurato. La Corte ha concluso che ha subito un attacco di cuore sette anni fa non è una menomazione fisica o funzionale, Quando ciò avviene in un punto nel tempo. La generalità della questione non è consentito di apprezzare dolo o colpa grave nella sua risposta negativa.
  • La quinta questione, non vi era alcuna omissione. La Corte ha osservato poveri testo in questione. Essa non ha indicato il tempo in cui è stato formulato (presente, futuro passato o nelle vicinanze). Così, il Tribunale ha invocato la 1288 CC stabilisce che le clausole imprecise o scuri, L'oscurità non può favorire uno che ha provocato.
  • Nella sesta questione, non vi era alcuna omissione. La domanda è stata posta nel presente e seguito del divieto che è stato l'anno 2003 di non fumare ancora, non vi era alcuna prova che altrimenti manifesta.
  • La settima questione, non vi era alcuna omissione. Non riusciva a dimostrare che non era certo la tua risposta.
  • Nella nona questione, non vi era alcuna omissione. Della storia medica non forniti è emerso che D. Ivan sono stati sottoposti, al momento di rispondere al questionario, trattamento farmacologico.

La Corte ha fatto riferimento alla dottrina e la giurisprudenza in materia di necessità di una cooperazione leale degli assicurati nei contratti di assicurazione sulla vita. Quindi il contratto è nato il principio di buona fede. Ma, buona fede non è un obbligo, ma un diritto del beneficiario della assicurazione "de responder con verdad a lo que se le pregunta por el asegurador". Altrimenti, se estaría ante el incumplimiento de un deber precontractual, lo que supondría la disminución de la indemnización o la pérdida completa de la misma. De la misma forma, asegurador debe someter al cliente a un cuestionario “con todos los datos que estime de interés”.

Concluyó la Audiencia que no pudo apreciar una conducta dolosa o gravemente culposa en D. Iván y ello máxime cuando el cuestionario de salud “adolece de falta de concreción, no es exhaustivo ni detallado, en el mismo no se recoge ninguna referencia expresa al infarto o cualquier otra dolencia cardíaca". Così, D. Iván no actuó con deslealtad contractual. Tampoco ocultó datos relevantes para identificar y valorar el riesgo asegurado. La Audiencia afirmó que “si no hizo referencia al infarto que había sufrido en el año 2003 y al tratamiento que debió de seguir a raíz del mismo, fue sin duda debido a la fala de claridad del cuestionario, que en ningún apartado, hace referencia, a una enfermedad como la sufrida por el asegurado…”.

Sentenció la Audiencia que no se podía concluir que D. Iván hubiese infringido, ni por culpa grave, el deber de contestación del art. 10 LCS. Pertanto, no existió causa para liberar a la aseguradora del pago de la indemnización derivada de la producción del riesgo asegurado. Situaciones similares, finalizó la Audiencia, se evitarían con “un cuestionario mucho más detallado y no tan genérico y escueto como el del caso”.

Conclusione

Nel contratos de seguro de vida, no existe conducta dolosa o culposa en el tomador del seguro al rellenar el cuestionario de salud, si este no es exhaustivo ni detallado, ni recoge referencias expresas a dolencias determinadas.

Consultare il caso ora

 

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio