Assicurazione sulla vita e la salute questionario compilati senza chiedere l'assicurato

seguro de vida

 

Indice,,es,Violazione degli obblighi legali e indennizzo dell'assicurazione a tutti i rischi,,es,Requisiti per l'assicuratore per evitare l'indennizzo,,es,Guida all'assicurazione del credito,,es,Risarcimento per l'assicurazione sulla vita legata a un mutuo ipotecario a Lleida,,es,Risarcimento salvo frode o colpa grave,,es,Burguera Abogados C / Poeta Querol 1-1,,ca,C / Albacete,,es,C / Velazquez,,fr

Nei contratti di assicurazione sulla vita, questionari di salute compilati dal dipendente della compagnia di assicurazione senza chiedere l'assicurato, non servono per evitare di pagare un risarcimento

 Consultare il caso ora

 

in affitto seguros de vida, SI el questionario di salute è stato completato dal partner assicurativo senza porre domande al contraente, l'azienda assume il rischio.

Il Sezione 2 della Corte provinciale di León, causa 25 Luglio 2019 nº 238/2019, Ha risolto a favore del contraente in una disputa sopra l'esistenza di dolo o colpa grave con la firma del contratto seguro de vida. Il questionario è stato di salute completato entro la previdenza professionale, quien egli non ha sollevato domande al contraente. L'assicurato a quel tempo era affetto da un incapacidad permanente. più tardi, la politica è stata dichiarata per invalidità totale, momento in cui ha richiesto pagamento di un indennizzo all'assicuratore. L'assicuratore ha obiettato sulla base del fatto che vi era stata frode nella compilazione del questionario per mettere a tacere l'assicurato circa la sua disabilità. tuttavia, per udienza, non vi era alcun obbligo di esprimere una tale circostanza che la politica non è stato chiesto così, Pechar must assicuratore con le conseguenze di non presentare questionario di salute.

Antecedentes de hecho

D. Pascual era stato fuori dal 19 Aprile 2010 fino a quando 18 Aprile 2011 uno stato di ansia non specificata.

Dal giugno 2010 D. Pascual è stato in cura presso l'Unità Salute Mentale dell'Ospedale per il disturbo d'ansia, dopo il trattamento di droga.

Il 25 Ottobre 2011 Parere Proposta di risoluzione è stato emesso dall'INSS per cui il rating si propone di D. Pascual come grado totale permanentemente disabili. Il motivo era una scatola di ansia residua.

Il 31 Ottobre 2011 D. Pascual aveva aperto nel Abanca soggetto un "Profilo cliente". In questo, in "I dati economici e la famiglia" professione è stato indicato come "Retired / Pensionato".

Il 8 Giugno 2012, D. Pascual firmato con quell'entità una politica di prestito con una garanzia personale la somma di 3.000 euro, essendo la data dell'ultima consegna 1 Luglio 2018.

Lo stesso giorno, D. Pascual ha firmato un'assicurazione legata prestito che copre la situazione di invalidità assoluta e permanente con un capitale assicurato 30.000 euro.

il questionario corrispondente di "dichiarazione di salute" è stato riempito dal dipendente dell'assicurazione, rispondere con un "no" alle seguenti domande:

"(1) Sei attualmente malati o incidente?; (2) Hai avuto o hanno una malattia che Ie è stato costretto ad interrompere il lavoro per più di quindici giorni nel corso degli ultimi cinque anni?; (3) Lei soffre o ha avuto alcuna infezione del sangue, malattie del fegato o malattia contagiosa, come l'epatite (qualsiasi) o malattie sessualmente trasmissibili, infezioni da HIV (AIDS legati alla)?; (4) Avete qualche menomazione fisica o funzionale, Ha subito un grave incidente, Ha subito un intervento chirurgico o ricevuto trasfusioni di sangue?; (5) Avresti consigliato di consultare un medico, ricoverato in ospedale, subire il trattamento o la chirurgia?; (8) Avresti fatto o raccomandato test per l'AIDS?; (9) Ti consumano o hanno consumato regolarmente bevande alcoliche, ansiolitici, droghe o qualsiasi altro farmaco con o senza ricetta?; (10) Insomma, La vostra salute è buona e la malattia?".

Il 23 Maggio 2013 Promulgazione emesso dalla proposta INSS dichiarando D. affetto Pascual di un invalidità totale a causa di malattie comuni per il peggioramento dei loro disturbi e hanno aggravato lo stato invalidante.

Alla luce di questi fatti, D. Pascual ha presentato una denuncia contro la società Caixa Galicia assicurazione e di riassicurazione. Ha chiesto il pagamento di 30.000 di euro oltre interessi dell'arte. 20 LCS.

E 'stato il contraente della vita ed era stata dichiarata per invalidità permanente assoluta, il rischio è stato coperto da assicurazione sottoscritto.

La società convenuta ha contestato il fatto che intermediati dolo o colpa grave nel assicurato di omettere che aveva un'invalidità permanente totale. Questo fatto ha cambiato il rischio oggetto del contratto.

Sotto Art. 10 Diritto dei contratti di assicurazione, Essa non esisteva per l'obbligo dell'assicuratore di indennizzare.

Primera Instancia

Il 18 Ottobre 2018 el Juzgado de Primera Instancia nº 1 Ponferrada ha emesso una sentenza che respinge la querela. Il giudice ha ritenuto che esisteva almeno negligenza in D. Pascual per compilare il questionario di salute.

Corte Provincialeseguro de vida

D. Pascual ricorso contro l'istanza di giudizio vertente su un errore nella valutazione degli elementi di prova.

Il 25 Luglio 2019 2 ° sezione, della Corte provinciale di León si è pronunciata la stima della risorsa D. Pascual.

Egli considera dimostrato che l'attore e la moglie è andato alla banca di applicare per il credito. La banca ha chiesto tutta la documentazione finanziaria necessaria per lo studio di fattibilità dello stesso. Pertanto, la società aveva in suo possesso alla pensione, che il richiedente carica e sapeva che era pensionato.

La polizza assicurativa è stato contratto lo stesso giorno il prestito banca requisito e Non l'attore ha subito il questionario di salute, ma era il dipendente del soggetto stesso che ha messo la risposta "NO" a tutte le domande del questionario, senza preguntárselas clienti.

Pertanto,  non poteva essere visto o frode o malafede.

La domanda allora è se D. Pascual ha sostenuto, almeno colpa grave al momento della firma del contratto dichiarare problemi di salute sofferti. Allora, ci sarebbe stata una violazione dell'art. 10 LCS.

La Corte ha osservato in primo luogo, tra le garanzie che la politica, l'invalidità totale e permanente erano. E, D. Pascual è stato dichiarato il 23 Maggio 2013 dalla risoluzione del dall'INSS in assoluta incapacità.

La Corte ha citato i STS 4 diciembre de 2014 raccogliere la dottrina della dichiarazione dovere che a sua volta rischia, Egli ha fatto riferimento alla sentenza 479/2006, di 3 Giugno, Con tale: "ai sensi dell'articolo 10 LCS, l'assicurato ha il dovere prima della conclusione del contratto, a dichiarare all'assicuratore, in base al questionario ha presentato ad esso, tutte le circostanze note che possono influenzare la valutazione del rischio".

Questo dovere è compiuto, secondo il caso, Rispondo questionario presentato dall'assicuratore, che ha assunto il rischio se non è presente o farlo incompleto.

Caso continuato raccogliendo le conseguenze della violazione di tale dovere, riflessa nell'arte. 10.LCS II e sono stati:

" un) La capacità dell'assicuratore di risolvere il contratto ... entro un mese, di essere a conoscenza della prenotazione o inesattezza della politica ...

b) Riducendo la prestazione dell'assicuratore proporzionale ... solo se l'incidente si verifica prima l'assicuratore rende la dichiarazione di recesso.

c) Il rilascio del pagamento dell'assicuratore del beneficio. Questo effetto si verifica solo, secondo l'arte. 10. II, ultimo elemento, LCS, Sì significa dolo o colpa grave del contraente".

Così, riducendo la disposizione non richiede il concorso di dolo o colpa grave del contraente, ma solo l'esistenza della reticenza o inesattezza nella dichiarazione.

"attraverso l'obbligo della dichiarazione contraente delle circostanze che definiscono il rischio emerge modo nitido ... personaggio come il contratto di assicurazione di massima buona fede".

in cui buona fede si manifesta l'assicuratore ha dovuto fare affidamento sulla descrizione del rischio ad un'altra parte. L'attività assicurativa necessari leale collaborazione di tutti coloro che volevano coprire gli assicuratori. solo attraverso valutazione accurata del rischio l'assicuratore potrebbe decidere se o non dare per scontato. In questa maniera, se decidono di concludere il contratto,  Potrebbe determinare il premio da versare dall'assicurato.

Ma, "L'arte. 10 LCS ... ha ideato più di una dichiarazione dovere, un dovere di risposta o risposta da parte del contraente di quanto viene richiesto da parte dell'assicurato, dal momento che questo a causa della loro maggiore conoscenza ... si dovrebbe chiedere l'amministrazione di tutti i dati che ritiene opportuno ".

Esenzione dal servizio del contraente di dichiarare una malattia ha sofferto "Essa non può essere giustificata dalla mera ragione che il questionario è stato compilato dal personale della banca ...Il veramente relative a questa circostanza esenti da tale obbligo e impedisce può valutare come un comportamento fraudolento ... è che, si può concludere che l'assicurato non è stato interrogato dalle pertinenti informazioni. Nei casi in cui il questionario è riempito da dipendenti della società assicurato senza aver raccolto il tomadora rispondere alle domande, Tanto quanto la sua firma appare alla fine del questionario, non ci sarà alcuna violazione dell'obbligo di dichiarare che le circostanze rilevanti alla valutazione del rischio, perché non ci sarà è stato chiesto per esso".

Per studio non ha evidenziato la moglie dell'attore, Signorina.. Gabriela.

Ha detto nella sua dichiarazione che ha informato il dipendente che la politica non varrà nulla perché D. Pascual aveva già un'assicurazione invalidità e la vita dal 2007. Anche, Ha detto che l'impiegato di banca non ha mostrato loro alcun questionario e fatta solo loro due domande: altezza e peso di D. Pascual.

La Corte ha ritenuto credibile dichiarazione Dña. Gabriela e quindi era l'impiegato di banca che hanno completato il questionario.

Non era credibile che l'impiegato di banca non sapeva della malattia D. Pascual quando sono state soddisfatte le seguenti condizioni:

1.- Nella "Client Profile" D. Pascual che ha lavorato in banca, Ha elencato come pensionato /. Era infatti noto che, data l'età del (32 anni) e ha rivelato l'esistenza di eventuali problemi di salute.

2.- era indiscutibile, essendo la banca pratica abituale, prima di concedere un prestito è interessato a D. la documentazione Pascual della loro situazione economica. Questa è stata la prova che era destinatario di una pensione di invalidità.

Pertanto, L'udienza ha concluso questionario di salute è stato riempito senza aver raccolto la risposta assicurato alle domande. Applicando la giurisprudenza esposta, Non poteva essere visto da D. Pascual una violazione del dovere di dichiarazione di arte. 10 LCS, anche se la sua firma apparso alla fine del questionario.

L'udienza ha accolto il ricorso e ha ordinato l'assicuratore di pagare 30.000 di euro oltre interessi dell'arte. 20 LCS.

Conclusione

Se i contratti seguro de vida il questionario è completato dal dipendente dell'assicuratore senza porre domande al contraente, non ci sarà alcuna violazione dell'obbligo di dichiarare e l'assicuratore deve risarcire.

 Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio