assicurazione linked: La banca deve richiedere l'assicuratore

seguro vinculado

Indice,,es,Violazione degli obblighi legali e indennizzo dell'assicurazione a tutti i rischi,,es,Requisiti per l'assicuratore per evitare l'indennizzo,,es,Guida all'assicurazione del credito,,es,Risarcimento per l'assicurazione sulla vita legata a un mutuo ipotecario a Lleida,,es,Risarcimento salvo frode o colpa grave,,es,Burguera Abogados C / Poeta Querol 1-1,,ca,C / Albacete,,es,C / Velazquez,,fr

Nell'assicurazione collegata a un prestito, il principio di buona fede obbliga la banca a richiedere il proprio assicuratore in caso di inadempienza

 Consultare il caso ora

Quando siamo di fronte a un'assicurazione collegata a un prestito, in cui la banca è il beneficiario, quest'ultimo deve richiedere il capitale residuo alla compagnia assicurativa, e non l'assicurato, sarebbe contrario ai principi di buona fede e al divieto di abuso della legge.

La sezione 3 del tribunale provinciale di Palma di Maiorca ha emesso una sentenza il 26 Marzo 2020, con No Risoluzione 119/2020, respingere il ricorso presentato da BANCO SANTANDER, S.A.

Antecedentes de hecho

Il 17 Dicembre 2015, D. Rodrigo e Dña. Adelaide ha firmato un prestito e una polizza assicurativa. L'obiettivo di contrarre l'assicurazione legata al prestito era di garantire all'entità mutuataria la riscossione degli importi dovuti. BANCO SANTANDER è stato designato come beneficiario, S.A.

D. Rodrigo è morto 12 Agosto 2016.

Primera Instancia

BANCO SANTANDER, S.A. causa intentata contro Dña. Adelaide. Voleva che Dña fosse condannata. Adelaida al pagamento di 3.383,53 € per la polizza di prestito firmata al momento.

JPI # 21 de Palma ha pronunciato la sentenza 14 Febbraio 2019. Respinta la causa. La Corte ha ritenuto che l'azione avrebbe dovuto essere diretta all'entità con cui è stato concluso il contratto di assicurazione..

Corte Provinciale

BANCO SANTANDER, S.A. interpuso recurso de apelación. Presunto errore nella valutazione delle prove.

La sezione ha respinto il ricorso..

Nel giudizio, si è concentrato sulla determinazione della posizione del prestatore / assicurato dell'assicurazione rispetto al mutuatario / assicurato quando si verifica l'oggetto sinistro della copertura, vale a dire, nei confronti dei quali l'entità debitore deve esercitare l'azione per richiedere il rimborso del prestito.

Ha sottolineato che la libertà da parte del creditore, in questo caso, BANCO SANTANDER, S.A., di andare contro l'assicurato o l'assicuratore come beneficiario del contratto, aveva due limiti, uno generico e uno specifico:

1)      Il dovere di esercitare i diritti conformemente ai requisiti del buona fede.

2)      Il divieto di abuso di diritto o l'esercizio antisociale di esso (arte. 7 CCivil).

La Sezione ha presentato il SAP della Sezione 1 di Barcellona, di 6/11/2014, che ha notato che:

"(...) in relazione alle assicurazioni collegate a polizze di prestito o di credito, in linea con la dottrina giurisprudenziale in materia, È ingiusto e contrario ai requisiti di buona fede contrattuale che un ente creditizio sia inibito o trascuri di fare la parte appropriata alla compagnia assicurativa e scegliere la soluzione semplice per indirizzare il tuo reclamo contro il mutuatario anziché contro la società vettore assicurativo chi è diventato responsabile (STS 30/11/2001)."

In definitiva, Egli ha ritenuto che, si “Garantire il rimborso del prestito, la banca richiedente ha condizionato D. Rodrigo e Dña. Adelina alla sottoscrizione di un'assicurazione, formalizzato attraverso l'adesione del mutuatario alla politica predisposta dalla banca stessa, come acquirente, con una terza parte, assicuratore, scegliendo dallo stesso ente creditizio e avendo designato il prestatore come beneficiario dell'assicurazione, la decisione dell'ente creditizio di intentare un'azione nei confronti del debitore, invece di rivendicare contro l'assicuratore, non ha rispettato le esigenze di buona fede né, corso, era conforme al ragionevole esercizio dei loro diritti. "

Conclusione

Il prestatore beneficiario, ha una posizione attiva per richiedere il rimborso alla compagnia assicurativa. Rivendicare il mutuatario implica direttamente una violazione del principio di buona fede e un abuso di legge.

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio