Vendita di futuro piano casa: Conflitto in vista

vendita su progetto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenzioso multipla generato come risultato, Mentre la mancanza di consegna degli alloggi o del fallimento da parte del compratore dall'obbligo di notarize.

In questa occasione, discusso un caso di guasto del compratore, che è stato deciso dalla sentenza della Corte Suprema 3 Novembre 2014.

D. Luis Signs contratto di vendita di una casa con la società Polaris Word marzo 2006, progetto che non era ancora stato messo a punto.

L'acquirente è convinto che gli alloggi non aveva consegnato in tempo. Il contratto ha dichiarato che la consegna è stata 18 mesi dall'inizio dei lavori. Facendo affidamento su l'inizio dei lavori del promotore, ritiene che unilateralmente dipende dalla volontà di questo, che è contrario alla legge di consumatori.

D. Luis va a Tribunale di primo grado, l'annullamento richiedente prima clausola, istituisce la consegna, la risoluzione del contratto di di trading per violazione dello sviluppatore e chiedendo il ritorno del 53.285 euro avevano previsto.

Il promotore nega violazione. Essa sostiene che l'acquirente non è consumatore, ma investitore che aveva prenotazioni multiple abitazioni, quella la consegna era determinabile ai sensi dell'accordo e non dipende unicamente dalla volontà del venditore, che è stato messo a disposizione per l'acquirente la prima licenza di occupazione in tempo e era l'acquirente che ha violato il suo obbligo di notarize. Anche, l'acquirente non aver rispettato il suo obbligo, lo sviluppatore aveva il diritto di approvare gli importi versati sul conto.

Il Tribunale di primo grado n 6 San Javier, domanda scarti. L'inizio della costruzione non dipende solo dalla volontà del promotore, ma è in termini di ottenere la licenza richiesta da parte dell'Amministrazione. E il fallimento da parte del compratore per giustificare la sanzione concordata, perdere il segnale.

D.Luis ricorso al Provinciale Corte di Murcia, di nuovo confermando la sentenza del tribunale. Clausola controversa ragionevole e lecito Considerato. L'acquirente è stato avvertito delle scadenze e non sollevato alcuna lamentela riguardo.

Così l'acquirente ottiene appello alla Corte Suprema, principalmente basato sulla violazione della legge generale per la protezione dei consumatori e degli utenti (D.A.Primera paragrafo I, 5º, articolo 10) e l'articolo 5.5 di RD 515/1989.

Il Suprema Corte ha detto che era chiaro che, al momento della conclusione del contratto, non aveva iniziato il processo di costruzione.

E che nessuna indeterminatezza assoluta del termine, ma è soggetta a criteri per la sua realizzazione. È considerato corretta la clausola stabilisce un termine fin dall'inizio dei lavori.

Anche, è il principio generale della conservazione deve tener conto dei contratti.

Per, il periodo è stato determinato l'inizio della costruzione e non era considerata a discrezione del promotore.

Da prove o mancanza di diligenza da parte dello sviluppatore o non conformità obligational praticato si deduce. L'acquirente è stato citato per iscritto entro 18 mesi dall'inizio dei lavori.

In sintesi, in caso di Piano di vendite di abitazioni futuro, l'impostazione di un tempo dopo l'inizio del lavoro è perfettamente legale e se rispettato il termine e messo a disposizione del cliente, non scrive abitazioni, il fallimento è il vostro da perdere le somme che avevano pagato il conto (a seconda del tipo di contratto).

Consultare il caso ora

Lascia un Commento

Lingua


Configura come lingua predefinita
 Modifica traduzione


Iscriviti per ricevere un PDF libro


Proprio per esserti iscritto riceverà via e-mail il link per scaricare il libro "Come cambiare avvocato" in formato digitale.
Iscriviti qui

Sígueme en Twitter



Abbonami

* Questo campo è obbligatorio